Il pieghevole di Samsung sarà presentato (per la seconda volta) durante IFA, il 06 settembre a Berlino. Nonostante il flop del precedente Galaxy Fold, il nuovo lancio dello smartphone spingerà altri produttori a seguirne l’esempio, in un modo o nell’altro. LG, ovviamente, non sarà da meno e un nuovo brevetto – rilasciato all’azienda qualche mese fa – potrebbe rappresentare una delle migliori idee finora emerse.

LG: pieghevole con pennino

Lo stile di piegatura descritto nel brevetto non è esattamente nuovo ma, allo stesso tempo, raramente menzionato o usato da altri. Il terminale si piega due volte come il prototipo di Xiaomi, ma a differenza di quest’ultimo, il cellulare di LG mostra i due lati del telefono che si sovrappongono quando sono piegati.

L’effetto qui è che il dispositivo, una volta chiuso, assume la forma rettangolare di un normale smartphone, mentre aperto diventa un tablet dalla fisionomia classica. È presente, inoltre, una piccola cornice laterale che ospita le telecamere e, naturalmente, entrambi i lati fronte/retro del telefono hanno il display.

L’unicità di questo brevetto è che include una stilo, strumento che ci aspetteremmo di trovare su un device da Samsung e non su un LG. Purtroppo, data la sensibilità dello schermo flessibile e pieghevole, avere un pennino in plastica potrebbe provocare danni e lasciare graffi.

Ricordiamo che i preordini del Galaxy Fold sono già aperti negli USA, dove i pieghevoli di Samsung saranno spediti a partire dal prossimo 27 settembre. Tuttavia, secondo un rumor di poco fa, già l’11 di questo mese sono previste le prima consegne in Corea del Sud. Le unità del primo lotto dovrebbero aggirarsi tra le 20.000 e 30.000, anche se alcune fonti parlano di 2.500. Riguardo il costo del terminale, nonostante l’hardware montato sul Galaxy Fold non sia dei più recenti, dovrebbe essere di circa 1800€ – 2000€.

Fonte:Slashgear