Diminuisce la tensione nei rapporti fra Blu e Telecom
Italia Mobile, dopo l’annuncio di ieri che le due compagnie telefoniche sono
arrivate ad un accordo per il roaming GSM, che consentirà a Blu di utilizzare
la rete di Tim nelle zone non ancora raggiunte dal proprio segnale. ‘Si è
conclusa una vicenda che era aperta da tempo – commenta Giancarlo Elia Valori,
presidente di Blu – ora concentriamo i nostri sforzi verso lo sviluppo di nuove
iniziative a favore dei clienti di Blu’.

La regolamentazione del roaming, sia dal punto
di vista tecnico che da quello economico, dovrebbe quindi porre fine alle liti
fra i due operatori. Alla fine di marzo Blu aveva infatti presentato ricorso
all’ Authority, giudicando esorbitanti le richieste di Telecom Italia Mobile
per questo genere di servizio che, nel caso dei nuovi gestori, dovrebbe seguire
il criterio del costo.

Riconoscendo il ruolo che ha avuto l’ Authority
nella vicenda, permettendo ‘ad entrambe le parti di sottoscrivere un’intesa
soddisfacente’, Valori ha comunque precisato che ‘ l’accordo con Tim non modifica
per Blu il calendario di copertura del territorio nazionale’.