Fino al prossimo 31 marzo, data prevista per la
presentazione dei piani di installazione da parte dei gestori di telefonia mobile,
il Comune di Milano ha sospeso il rilascio di qualsiasi autorizzazione per l’installazione
delle antenne per le nuove reti dei telefonini UMTS.

La Giunta Albertini, preoccupata dei possibili
effetti dell’inquinamento elettromagnetico, ha chiesto infatti ai rappresentanti
di Tim, Omnitel, Wind, Andala e Ipse di chiarire quali saranno i progetti per
l’installazione delle nuove antenne e per la conversione delle strutture già
esistenti. I piani dettagliati dei gestori saranno poi valutati dall’amministrazione
comunale insieme all’ Asl e all’ Arpa (Agenzia Regionale Per l’ Ambiente), in
modo che si possa stabilire l’iter burocratico da seguire per concedere le autorizzazioni
e procedere ad installare le antenne.

Maurizio Lupi, assessore al Territorio e all’Ambiente
del Comune di Milano, suggerisce di evitare gli allarmismi ed osserva che oltre
al problema delle onde elettromagnetiche, dovranno essere presi in considerazione
anche gli aspetti relativi all’inqunamento visivo che le nuove antenne potranno
avere sulla città di Milano.