Nel corso della battaglia legale in atto fra Silent Circle e Geeksphone, due ex partner, è stato rivelato che lo smartphone Blackphone, la cui esperienza era fortemente legata a un alto livello di sicurezza e crittografia, ha venduto poco e niente, stando a quanto riportato da TechCrunch.

Nello specifico, Silent Circle aveva raggiunto alcuni accordi, come quello con la mediorientale BigOn Telecommunications e la sudcoreana Kumion, ma in entrambi i casi i risultati sono stati deludenti. Un altro esempio è l’accordo con America Movil, che doveva includere 100.000 unità; ne sono state invece ordinate solo 6.000.

Blackphone 2
Blackphone 2

In una lettera inviata al rivale legale Geeksphone, l’avvocato di Silent Circle ha scritto che “il business hardware si è rivelato un significativo prosciugamento finanziario” per la società. Insomma “Silent Circle è stata obbligata a tentare di accumulare capitali aggiuntivi così che potesse concentrare i suoi sforzi sul business software e assorbire le perdite delle operazioni hardware”. Soprattutto alla luce del fatto che Silent Circle, basandosi sugli accordi già raggiunti, aveva avviato la produzione di Blackphone 2, commercializzato lo scorso anno.