A distanza di qualche mese dalla prima recensione, Telefonino.net ha deciso di provare nuovamente il BlackBerry Z10 aggiornato alla versione 10.1 della piattaforma operativa BlackBerry OS. La prima recensione l’abbiamo effettuata lo scorso 8 Febbraio, pochi giorni dopo la presentazione ufficiale. Il BlackBerry Z10 che utilizzammo era stato acquistato in UK.

BlackBerry Z10

In questi tre mesi il BlackBerry World, lo store di applicazioni, si è notevolmente arricchito ed è anche arrivata Whatsapp, perfettamente integrata nell’HUB. Tuttavia, mancano ancora all’appello diverse applicazioni e molte sono state realizzate effettuando dei veloci “porting” da Android ed il risultato non è dei migliori. L’app di Facebook è molto veloce ma ancora priva di alcune funzionalità tra cui la gestione delle pagine. Migliorate anche le mappe che hanno ora anche la navigazione vocale “turn by turn”.

Tra le caratteristiche più apprezzate della piattaforma BlackBerry 10 ci sono le gestures, comode ed intuitive, in modo particolare quella per sbloccare il display con il semplice “swipe” verso l’alto o quella per accedere rapidamente all’HUB.

La tastiera, tuttavia, resta la caratteristica di BlackBerry 10 che si posiziona sul gradino principale per quanto riguarda la nostra personale classifica di gradimento. E’ la migliore in assoluto mai utilizzata su un device con display touchscreen non solo per quanto riguarda velocità e la precisione ma anche per quanto riguarda i suggerimenti, sempre puntuali e coerenti.

Migliorato anche il browser che, nonostante la mancanza del resize del testo e l’attivazione della modalità desktop “nascosta” all’interno delle impostazioni, risulta fluido ed abbastanza veloce. Gestite con una certa agilità anche le animazioni in flash. Nell’utilizzo quotidiano è molto apprezzabile anche la “ricerca universale” che va ad effettuare una scansione in tutte le applicazioni presenti con possibilità di estendere la ricerca anche on line.

Tra le cose che, a distanza di tempo e con utilizzo intenso, ancora non ci convincono troviamo, purtroppo, la batteria che continua ad avere un’autonomia non sufficiente per un utilizzo “business”. Fortunatamente non è integrata e può essere sostituita con una supplementare.

Tirando le somme, BlackBerry sta facendo dei notevoli passi in avanti. La piattaforma è sicuramente matura ma è ancora penalizzata da due aspetti, a nostro avviso, fondamentali: applicazioni e prezzo di vendita. Si tratta di due aspetti che, in un certo senso, sono correlati tra loro. Gli sviluppatori realizzano applicazioni per piattaforme che possono assicurare redditività, quindi per quelle più diffuse.

Per la diffusione di una piattaforma è necessario che sia ben realizzata ed accessibile ad un vasto pubblico. Sul primo punto possiamo dire che BlackBerry sta procedendo bene ma sull’accessibilità che ancora c’è da lavorare. BlackBerry Z10, infatti, è attualmente venduto in Italia a 699 euro, collocato quindi in una fascia di mercato molto competitiva in cui Android ed iOS la fanno decisamente da padroni.

Le migliori offerte di oggi per RIM BlackBerry Z10: tutti i prezzi