Chiedi un passaggio e rischi di essere assunto.
Non è una trovata pubblicitaria. O, almeno, non del tutto.
È l’insolito sistema di recluting messo a punto da Uber per scovare possibili figure da impiegare nei suoi reparti di programmazione.

Si chiama «Code on The Road» e funziona così: il candidato sale in auto come è solito fare qualsiasi utente del proprio servizio (l'app di Uber mette in collegamento passeggeri e autisti privati permettendo di "strappare passaggi" in-app). Una volta a bordo, il candidato deve superare dei test presenti in-app, ciascuno col suo tempo limite. I passeggeri che conseguono un punteggio decente vengono, quindi, convocati da Uber.

L'App di Uber
L'App di Uber

Questo tipo di "assunzione on the road" funziona in alcune città pilota degli States: Austin, Boston, Denver e Portland.
«Siamo sempre alla ricerca di nuovi metodi per intercettare potenziali candidati che vogliono unirsi ai nostri team e aiutarci a risolvere interessanti problemi», ha dichiarato un portavoce di Uber. &l

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum