L’Authority per le Comunicazioni, prendendo atto
del ricorso presentato alla fine di luglio da 27 società di telecomunicazioni,
ha deciso di aprire un’istruttoria per verificare eventuali violazioni della
concorrenza e abuso di posizione dominante da parte di Telecom Italia.

Albacom, Infostrada, Tiscali ed altri 24 operatori
hanno infatti denunciato la politica anticoncorrenziale di Telecom Italia, che
avrebbe offerto i propri servizi abbassando eccessivamente i prezzi, a danno
della concorrenza. Le presunte violazioni del ricorso presentato contro Telecom
Italia riguarderebbero sia i rapporti con l’utenza che quelli con gli operatori
concorrenti.