Aspettavamo solo l’ufficialità e alla fine è arrivata. A causa dell’epidemia di Coronavirus, Apple ha prudentemente deciso di organizzare la WWDC 2020 solo online, con un programma che comprenderà una serie di keynote e appuntamenti dedicati agli sviluppatori di tutto il mondo.

WWDC 2020: a giugno, nuovo formato online

Si tratta della trentunesima edizione della conferenza dedicata agli sviluppatori, che il colosso di Cupertino organizza a cadenza annuale. Naturalmente, è stata l’attuale emergenza sanitaria ad aver portato Apple a prendere una decisione in grado di tutelare i suoi dipendenti e i partecipanti al gigantesco evento. Phil Schiller, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple, ha spiegato:

“La WWDC di giugno raggiungerà milioni di sviluppatori in tutto il mondo in un modalità innovativa, riunendo l’intera comunità di sviluppo in una nuova esperienza. L’attuale situazione sanitaria ci ha spinti a creare per la WWDC 2020 un nuovo formato che prevede un programma completo con keynote e sessioni online, per offrire un’eccellente esperienza di formazione a tutta la comunità di sviluppatori, in ogni angolo del globo. Comunicheremo tutti i dettagli nelle prossime settimane.”

Come sempre, durante l’evento gli sviluppatori (ma anche tutti gli appassionati dei prodotti Apple) conosceranno i primi dettagli ufficiali delle nuove edizioni dei sistemi operativi del gigante della mela morsicata, ovvero iOS, iPadOS, macOS, watchOS e tvOS. Affidandoci alle promesse, non resta che aspettare di conoscere ulteriori dettagli su questa interessante – quanto unica – edizione 2020 della WWDC, che si terrà esclusivamente online.

A tal proposito, vale la pena sottolineare che Apple ha già garantito l’intenzione di intraprendere misure di sostegno per la città di San Jose, che tradizionalmente ospita la conferenza dedicata agli sviluppatori. La multinazionale devolverà un milione di dollari alle organizzazioni locali, al fine di ridurre l’impatto economico negativo derivante dal mancato evento.