Era il dicembre 2009 quando Nokia chiedeva alla USITC, ovvero alla US International Trade Commission, di bloccare le importazioni dei prodotti Apple (iPhone 3GS ed iPod nano in particolare) che, a dire del top management finlandese, violavano numerosi brevetti della stessa Nokia. Il giudice americano James Gildea ha oggi emesso la prima sentenza, in attesa di quella conclusiva prevista per il 1 agosto 2011: non colpevole. “Chiarendo che Nokia non è d’accordo con la decisione di oggi secondo cui non esiste alcuna violazione, attendiamo di conoscere i dettagli della sentenza prima di prendere iniziative di alcun genere”, ha affermato oggi il portavoce di Nokia Mark Durrant. Le presunte violazioni riguarderebbero, come già detto, alcuni brevetti riguardanti iPhone 3GS ed iPod nano sia in territorio USA che in Europa. La prima battaglia l’ha vinta Apple. Vedremo cosa deciderà la ITC il 1 agosto. Prima di conoscere la decisione del giudice, oggi Apple aveva guadagnato in Borsa l‘1,9%, e Nokia aveva chiuso con un ribasso dello 0,3%Caso Apple vs. Nokia
Caso Nokia vs. Apple