Secondo quanto si apprende, sembra che il nuovo chipset per portatili, fissi e tablet di Apple (M2, n.d.r.) arriverà a luglio 2021. Questo è quanto trapelato dalle ultime indiscrezioni emerse da Asia Nikkei e da Bloomberg.

Cosa sappiamo del nuovo chipset Apple M2?

Apple ha già aggiornato una buona parte dei suoi prodotti in listino con il chip M1. Ora pare che sia in arrivo anche il suo successore: si chiamerà (forse) Apple M2. Proprio ieri vi abbiamo riportato la notizia secondo la quale l’azienda avrebbe già iniziato la produzione di massa del silicio, il quale potrebbe essere svelato già nel luglio 2021.

Il presunto SoC dovrebbe debuttare insieme ai nuovi Macbook nel corso dell’anno. Apple di solito parla di queste cose al WWDC che, come confermato ufficialmente, dovrebbe accadere a giugno di quest’anno. Diversi rapporti hanno parlato di un successore della linea M1 chiamato M1X e l’estistenza di un M2 confonde ancora di più le cose. Inoltre, c’è la possibilità che sia l’M1X che l’M2 siano chipset reali e completamente diversi.

Secondo quanto riferito, il chip M2 di Apple utilizzerà il nodo a 5 nanometri migliorato (N5P) di TSMC, ossia un aggiornamento incrementale rispetto al suo predecessore. Sebbene la sua esatta configurazione di base sia indovinata da chiunque, l’azinda molto probabilmente si atterrà all’architettura big.LITTLE. Inoltre, stiamo esaminando un mix di quattro (o sei) core di prestazioni e quattro core di efficienza. Qualcosa di più renderebbe effettivamente obsoleto il vecchio chip M1 in meno di un anno da quando è stato presentato. Possiamo aspettarci alcuni miglioramenti GPU / NPU, insieme ad alcuni guadagni IPC.

Un rapporto di Bloomberg dello scorso anno ha parlato di Apple che lavora su chip a dodici e sedici core. Il primo è probabilmente destinato ai dispositivi di consumo, mentre il secondo potrebbe essere destinato ad applicazioni di livello aziendale.

Fonte:Bloomberg