Il mercato mondiale dei telefoni cellulari è cresciuto del 65,4% anno su anno nel secondo trimestre del 2011 (2Q11), segnando il terzo trimestre consecutivo in cui le spedizioni hanno complessivamente superato i 100 milioni di unità.

Secondo il rapporto Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker della International Data Corporation (IDC), i produttori hanno spedito 106,5 milioni di unità nel 2Q11 rispetto ai 64,4 milioni di unità del secondo trimestre del 2010.

"Il mercato degli smartphone ha incoronato un nuovo leader nel 2Q11, ed il suo nome è Apple", ha affermato Ramon Llamas, analista senior di IDC. Per quanto riguarda le prospettive di crescita del mercato degli smartphones per il 2011, IDC ritiene che che ci sarà un incremento del 55,0% rispetto al 2010. "La prima metà dell’anno ha mostrato una forte crescita per quanto riguarda il mercato degli smartphone", ha aggiunto Llamas. "La seconda metà dell'anno vedrà l'arrivo di nuovi modelli che ne alimenterà la crescita".

IDC Q3 2011

Il successo di Apple può essere attribbuito direttamente alla sua distribuzione, (più di 200 compagnie in più di 200 paesi), all'aumento della capacità produttiva e alla forte domanda sia nei mercati emergenti che in quelli sviluppati, sia da parte di utenti "consumer" che "business". L'arrivo di Apple al vertice della classifica mondiale dei produttori di smartphone arriva in un momento in cui l'ex leader mondiale Nokia è nel bel mezzo di una transizione importante. Tuttavia, Apple non ha ancora eguagliato il record della società finlandese che ha raggiunto, in passato, i 28,1 milioni di unità in un singolo quarto. Ma il forte slancio di Apple nel mercato degli smartphones non lascia dubbi sul fatto che riuscirà a superare questo traguardo ma solo su quando questo avverrà.

Samsung ha fatto segnare la più grande crescita anno su anno rispetto a qualsiasi altro produttore. La chiave del suo successo è sicuramente la grande popolarità degli smartphone Galaxy che, iniziata come una serie di device di fascia alta, si è allargata anche nel mercato di massa, senza tuttavia abandonare le sue origini "high-end". Inoltre l'arrivo costante di nuovi dispositivi e aggiornamenti ha permesso alla società coreana di rispondere bene agli assalti della concorrenza.

Nokia, per la prima volta nella storia del Tracker Mobile Phone di IDC, ha ceduto il primo posto con volumi di spedizioni di smartphone scesi al di sotto delle 20.000 mila unità. Non accadeva dal Q3 del 2009. Anche se la società finlandese ha rilasciato nuovi smartphone basati su Symbian ^3, la domanda per i suoi prodotti si è spostata verso altri dispositivi. Allo stesso tempo, Nokia deve essere comunque considerata una società in transizione verso nuovi sistemi operativi quali MeeGo e Windows Phone 7 che ancora devono arrivare sul mercato.

Research In Motion (RIM) ha fatto invece segnare la minor crescita anno su anno rispetto agli altri produttori leader ma le spedizioni globali dei suoi BlackBerry gli hanno permesso di mantenere il quarto posto. Bisognerà ora vedere come verranno accolti dal mercato i nuovi device presentati nei giorni scorsi.

HTC ha registrato un ulteriore trimestre in crescita grazie al lancio di nuovi smartphones con display 3D e velocità 4G. HTC è divenuto un brand forte e facilmente identificabile grazie ad un'ampia gamma di devices ed a un flusso costante di uscite di nuovi prodotti sempre ben accolti da operatori e consumatori. Con lil traguardo prefissato di  spedire più di 13 milioni di unità nel 3Q11, HTC è ben posizionata per raggiungere il suo obiettivo di arrivare a 50 milioni di unità nel 2011.