I risultati fiscali del quarto trimestre di Apple sono perlopiù positivi. Il protagonista è sempre e solo lui: l’iPhone. La casa di Cupertino è riuscita a vendere 48,04 milioni di iPhone nel trimestre di luglio-settembre, in lieve miglioramento rispetto ai 39,27 milioni del 2014. Wall Street ne aveva previsti 48,72 milioni, ma la differenza non sembra aver influenzato negativamente l’andamento in borsa del titolo.

Il fatturato è stato di 51,5 miliardi di dollari, principalmente derivanti dalle vendite degli iPhone (64 per cento, 32,2 miliardi di dollari). Il profitto netto è stato di 11,12 miliardi di dollari, più 31 per cento rispetto allo scorso anno.

Gli iPad invece continuano a calare. Per il settimo trimestre consecutivo, le vendite dei tablet iOS sono state inferiori sia rispetto al trimestre precedente che rispetto all’anno precedente, rispettivamente del 10 e del 20 per cento.

Risultati fiscali Apple Q4 2015
Risultati fiscali Apple Q4 2015

Come già nel terzo trimestre fiscale, Apple non ha divulgato i dati di vendita di Apple Watch, incluso nella categoria “Altri prodotti”, che ha guadagnato circa tre miliardi di dollari. In questa categoria vengono convogliati anche gli accessori Beats e gli iPod.

La Cina è stata la principale ragione della crescita: i guadagnati sono saliti del 99 per cento rispetto al 2014, sebbene siano calati del 5 per cento rispetto al trimestre di giugno. L’amministratore delegato Tim Cook, parlando del prossimo trimestre fiscale, il primo dell’anno 2016, si è detto fiducioso in quanto ancora molti utenti iPhone possiedono un modello antecedente all’ampliamento dello schermo e aggiorneranno il proprio iPhone.

Sarà difficile comunque tenere testa al trimestre record del 2014, quando Apple riuscì a vendere 74,5 milioni di iPhone.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum