Incredibile ma vero, Apple non è solo business! Prova ne sono i ResearchKit, piattaforme open-source che consentono di partecipare a programmi di ricerca scientifica attraverso un’applicazione per iPhone, iPad ed Apple Watch.

 

Nuovi ResearchKit di Apple
Nuovi ResearchKit di Apple

 

Apple ne ha messo a disposizione di nuovi, gestiti rispettivamente da ricercatori della Duke University, John Hopkins e Oregon Health and Science University. Apple afferma che sono già oltre 50 i ricercatori che hanno già contribuito ai nuovi progetti di ricerca contro l’autismo, l’epilessia e i melanomi.

ResearchKit di Apple
ResearchKit di Apple

 

Nel progetto per la ricerca contro l’autismo, i ricercatori della Duke University stanno cercando di sfruttare la fotocamera frontale dell’iPhone per rilevare problemi di sviluppo nei primi anni di vita dei bambini. Lo studio contro l’epilessia viene eseguito dalla John Hopkins con un’app dell’Apple Watch che si avvale dei sensori per rilevare accuratamente la comparsa e la durata delle crisi epilettiche.

 

ResearchKit di Apple
ResearchKit di Apple

 

La ricerca sui melanomi, infine, gestita da un istituto dell’Oregon, utilizza la fotocamera dell’iPhone per studiare la crescita di nei e la salute della pelle. Secondo quanto comunicato da Apple, sono oltre 100 mila le persone che partecipano attivamente ai progetti ResearchKit.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum