Sconfitta in tribunale, Apple dovrà pagare 625 milioni di dollari a VirnetX. Il motivo della disputa riguardava la licenza di alcuni brevetti detenuti da VirnetX e la cui tecnologia per la sicurezza è stata usata dalla società di Cupertino per alcuni suoi servizi, come FaceTime e iMessage.

Facetime
FaceTime

L’ammontare dei danni è superiore ai 532 milioni di dollari richiesti da VirnetX poiché il giudice ha sentenziato che la violazione dei brevetti è stata volontaria, secondo quanto riportato da Reuters. Apple è ovviamente contraria alla sentenza: “Siamo sorpresi e delusi dal verdetto. Casi come questo rinforzano la disperata necessità di una riforma dei brevetti”.

Al contrario, i legali dell’accusa hanno commentato che “la giuria ha compreso ciò che abbiamo affermato per tutto il tempo: Apple ha infranto i brevetti della tecnologia di VirnetX per anni”. VirnetX aveva vinto una causa simile nel 2010 contro Microsoft, valsa 200 milioni di dollari.