Apple dichiara ufficialmente guerra ai centri assistenza non autorizzati o alle riparazioni dei dispositivi fai da te. Secondo le ultime informazioni apparse in Rete in queste ore, molti utenti hanno avuto modo di scoprire il nuovo sistema di controllo hardware sulla propria pelle. A raccontare la notizia è Olmos, un militare inglese in missione nei Balcani. Dopo una caduta il tasto Home con relativo Touch ID ha smesso di funzionare. Vista la mancanza di centri Apple autorizzati in Macedonia, il militare ha deciso di recarsi in un centro assistenza locale.

Errore 53 blocca definitivamente iPhone
Errore 53 blocca definitivamente iPhone

Dopo la riparazione il suo iPhone ha continuato a funzionare senza problemi, almeno fino a quando non ha deciso di effettuare l’aggiornamento ad iOS 9. Completato l’aggiornamento, Olmos si è infatti ritrovato con un terminale bloccato dall’errore 53. Questo perché l’ultima versione di iOS introduce anche una serie di controlli sui componenti hardware non originali, come display, touch ID, ecc. Qualora il sistema rilevi una manomissione non autorizzata, blocca il terminale senza alcuna possibilità di recupero. Secondo quanto dichiarato da Apple, il sistema blocca il telefono non appena rileva un componente non ufficiale, evitando che qualche malintenzionato possa entrare in possesso dei dati dell’utente.