Apple ha annunciato oggi i risultati finanziari del quarto trimestre dell’anno fiscale 2014, conclusosi il 27 settembre 2014.

 

L’azienda ha annunciato un fatturato trimestrale di 42,1 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 8,5 miliardi di dollari, pari a 1,42 dollari per azione diluita. Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 37,5 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 7,5 miliardi di dollari, pari a 1,18 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 38 percento, rispetto al 37 percento registrato nello stesso trimestre di un anno fa.

 

Nel corso del trimestre Apple ha venduto 39.2 milioni di iPhone, 12.3 milioni di iPad, 5.5 milioni di ‎Mac e 2.6 milioni di iPod. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 60 per cento del fatturato trimestrale.

Il Consiglio di Amministrazione Apple ha dichiarato un dividendo cash di 0,47 dollari per azione delle azioni ordinarie dell’azienda. Il dividendo è pagabile il 13 Novembre 2014 agli azionisti che risultano alla chiusura delle attività il 10 Novembre 2014.

“Il nostro anno fiscale 2014 è un anno di record, fra cui il più grande lancio iPhone di sempre, con iPhone 6 e iPhone 6 Plus” ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. "Stiamo entrando nella stagione natalizia con la gamma prodotti più forte di sempre, con innovazioni incredibili nei nostri nuovi iPhone, negli iPad e nei Mac, così come in iOS 8 e OS X Yosemite. Siamo incredibilmente entusiasti dell’Apple Watch e di altri eccezionali prodotti e servizi previsti per il 2015." 


“Le nostre solide performance aziendali sono state alla base di un una crescita del 20 percento del nostro utile per azione e di un cash flow dalle operation record di 13,3 miliardi di dollari nel trimestre di settembre," ha affermato Luca Maestri, CFO di Apple. "Abbiamo continuato ad operare in modo aggressivo sul nostro programma di ritorno del capitale, spendendo oltre 20 miliardi di dollari nel trimestre e portando l'ammontare  complessivo del ritorno di capitale a quota 94 miliardi di dollari."