Una nuova vittoria per Adusbef, che in questi giorni
ha visto riconosciute da parte dell’ Antitrust le ragioni della propria denuncia,
con la quale nel febbraio di quest’anno metteva in evidenza l’ingannevolezza
dei messaggi pubblicitari di Telecom Italia e Galactica sui servizi basati sulla
tecnologia ADSL. Secondo l’associazione dei consumatori ‘la velocità
dieci volte maggiore fatta balenare quale caratteristica intrinseca del servizio,
era puramente teorica, fortemente condizionata da fattori esterni e avrebbe
tratto in inganno gli utenti’.

L’Antitrust ha confermato infatti l’ingannevolezza
dei messaggi pubblicitari, seguendo le indicazioni dell’ Authority per le garanze
nelle Comunicazioni, che ‘ha ritenuto ingannevoli i messaggi diffusi a mezzo
stampa poichè le possibilitá offerte dall’ADSL sono limitate al
solo tratto di rete che collega gli utenti al server di riferimento. L’attribuire
la maggiore velocità all’intera attività di navigazione su internet
induce in errore i consumatori’.

Telecom Italia, a sua difesa, ha precisato che
i messaggi pubblicitari incriminati sono apparsi ben sette mesi fa solo una
volta su due quotidiani nazionali e subito dopo prontamente modificati.