La Marina statunitense ha sviluppato una nuova
tecnologia per consentire ai sottomarini di inviare e ricevere messaggi di posta
elettronica utilizzando l’acqua come mezzo di trasmissione.

Secondo quanto pubblicato dai britannici del ‘New
Scientist’, fino a ieri le possibilità dei sottomarini di comunicare
attraverso la posta elettronica erano molto limitate. L’acqua, che non si presta
a diffondere le onde radio, obbligava i sottomarini a riemergere in superficie,
con il rischio di essere scoperti dal nemico.

La nuova tecnologia utililizza i particolari impulsi
emessi da un modem acustico, che consente di trasmettere anche dalle grandi
profondità degli oceani. Nel corso dei primi esperimenti il sottomarino
americano USS Dolphin ha inviato un messaggio di posta elettronica contenente
testi ed immagini ad una boa distante cinque chilometri.

Il sistema di trasmissione sottomarino si presta
ovviamente ad ulteriori migliorie: con una velocità di trasmissione di
soli 2.4Kbps, per inviare lunghi messaggi od immagini ad alta risoluzione serviranno
delle ore.