Con la crescente diffusione di smartphone dotati di schermi OLED e AMOLED, si sta facendo sempre più strada la cosiddetta dark mode che, su questo tipo di dispositivi, consente di massimizzare l’autonomia della batteria. In generale, quindi anche su schermi LCD, la modalità oscura sembra anche affaticare meno la vista. Motivi che hanno portato gli utenti ad apprezzare particolarmente lo sforzo degli sviluppatori di app e sistemi operativi mobile per garantire la compatibilità di tutte le applicazioni con la dark mode.

Dark mode in Gmail per Android

Lo sa bene Google che sta lavorando per offrire il supporto al tema oscuro per tutti i menu e le App sistema. Recentemente, Big G ha reso disponibile la dark mode molti servizi di G Suite, come l’app Google, i File di Google, Google Drive e Google Keep. E ora tra i lavori in corso di Big G c’è quello che porterà la dark mode anche per l’app Gmail per Android.

È possibile che alcuni utenti con l’ultima versione dell’app (Gmail v2019.06.09), stiano già visualizzando la modalità oscura, mentre per altri questa feature potrebbe arrivare tra qualche tempo. Per coloro ai quali la feature dell’app Gmail per Android è già stata resa disponibile, la dark mode viene visualizzata solo all’interno delle impostazioni dell’app Gmail e non nella finestra principale o sulla barra laterale. Inoltre non c’è ancora un interruttore che consente di attivarla e disattivarla. Alcuni utenti hanno segnalato che la modalità oscura su Gmail per Android sembra accendersi e spegnersi a proprio piacimento, alternativamente.

DarkModeGmail

La presenza di questi bug conferma che la feature è ancora in via di sviluppo. Allo stesso tempo l’anteprima della modalità oscura su Gmail fa ben sperare che presto la dark mode per l’app di posta elettronica di Google verrà presto resa disponibile, in versione stabile, per tutti coloro che hanno installato nel proprio telefono il sistema operativo del robottino verde.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Androidpolice