Google ha annunciato l’arrivo di una novità interessante per Android Auto: finalmente la piattaforma apre le porte ad applicazioni di navigazione stradale messe a disposizione dalle terze parti.

Android Auto avrà altre app di navigazione

Questo porterà a bordo software come TomTom e MapFactor. È una grande novità ed è soprattutto ciò che gli utenti attendevano da molto tempo. Guardando indietro, dal suo lancio il sistema ha supportato Google Maps e dopo anni si è aperto solamente a un’altra applicazione, Waze, sempre di proprietà di bigG.

L’implementazione delle app di terze parti avverrà gradualmente. Al momento come “accesso anticipato” ci sono le già citate TomTom e MapFactor. Il gruppo di Mountain View accoglie anche ad altri tipi di strumenti, come quelli dedicati al parcheggio dei veicoli o alla ricarica delle auto elettriche: tra questi c’è SpotHero, servizio di prenotazione digitale degli stalli che permette di prenotare e pagare parcheggi, garage e servizi di questo genere.

Oggi presentiamo il nostro lavoro con i partner di accesso anticipato per creare app in nuove categorie per Android Auto, tra cui navigazione, parcheggio e ricarica dei veicoli elettrici. Utilizzando la nostra nuova libreria di app Android for Cars siamo in grado di garantire che tutte le attività all’interno di un’app possano essere eseguite con facilità.

 

Insieme all’arrivo di queste novità, Google ha confermato che Android Auto ha 3.000 app nel Play Store ottimizzate per la piattaforma. A questo punto, con ulteriori app per la navigazione in arrivo, in auto ci sarà l’imbarazzo della scelta.

Fonte:9to5google