Android 12 è finalmente ufficiale. Durante il tradizionale keynote dedicato di inaugurazione della Google I/O, Big G ha rivelato tutti i dettagli a riguardo della nuova versione del sistema operativo del robottino verde. Ecco tutti i dettagli sul potente sistema operativo.

Android 12 ufficiale: le funzionalità principali

Come anticipato nelle scorse settimane, il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili è ricco di novità che porteranno l'esperienza d'uso su un altro livello.

Si parte dalla nuova interfaccia utente – il cui nome è Material You – che è completamente nuova, ancora più moderna e con nuovi toggle e widget. Una delle nuove funzioni più significative, riguardanti la UI, è che cambiando lo sfondo, il sistema creerà automaticamente una palette di colori per icone, widget e toggle che sia in tinta con il wallpaper. Tutto sarà sempre in tinta e a tema.

L'interfaccia diventa più reattiva e ancora più orientata all'utente e alle sue esigenze, a partire dai piccoli dettagli. A esempio, se nella scherma di blocco non ci sono notifiche, allora l'orologio si vedrà a tutto schermo.

I toggle rapidi ora includono anche i pulsanti dedicati a Google Pay e alla gestione della smart home.

Più rapido anche l'accesso all'assistente vocale di Google, che sarà subito disponibile con una pressione prolungata del tasto di accensione e spegnimento. Inoltre, in generale, la UI è state ridisegnata e concepita per essere più snella: Big G garantisce che la nuova interfaccia utente è più veloce del 22% rispetto a quella precedente.

Un altro aspetto importante di Android 12 è quello relativo alla sicurezza. Il nuovo OS è più sicuro che mai, grazie a nuova funzionalità che ti permetteranno di ottenere più informazioni sulle applicazioni che possono avere accesso ai tuo dati, così da controllarle con consapevolezza.

Nasce un nuova dashboard dedicata proprio alla gestione della privacy, che ti consentirà di gestire molto velocemente le autorizzazioni delle app, che potranno essere revocate rapidamente. Inoltre, in stile iOS 14, c'è ora un'icona in alto a sinistra – nella barra di stato – che mostra in tempo reale a cosa ha accesso un'app (microfono e/o fotocamera).

Un'altra interessante novità riguarda la possibilità di fornire alle app meno informazioni, limitandosi a quelle strettamente necessarie. Ad esempio, a un'applicazione come il meteo è sufficiente fornire una posizione geografica approssimativa e non precisa: lo stesso principio di gestione sarà applicato per altri software e potrà farlo l'utente in autonomia.

Inoltre, sempre in tema di privacy e sicurezza, nasce il potente strumento Android Private Compute Core, che essenzialmente permetterà l'elaborazione in locale (ovvero sullo smartphone e non sui server di Google) di moltissime informazioni, che quindi non viaggeranno sul Web.

Android 12: il programma Beta

Queste sono sicuramente le principali novità di un sistema operativo che di sorprese ne ha tantissime. Se sei curioso, Android 12 Beta è disponibile da oggi sugli smartphone Google Pixel compatibili e anche su altri dispositivi compatibili.