Dopo la mossa di Tim, anche Wind annuncia di aver firmato un importante alleanza con altri 8 gestori europei, chiamata Mobile Alliance. A far parte dell’intesa sono Amena (Spagna), O2 (Regno Unito, Irlanda e Germania), One (Austria), Pannon (Ungheria), Sunrise (Svizzera) e Telenor (Norvegia). ‘Velocità e capacità d’innovazione sono l’impronta distintiva di Mobile Alliance -s piega Wind in un comunicato – che si presenta al mercato come la prima partnership fra operatori europei, da subito operativa nell’offerta di servizi al pubblico e nelle attività di cooperazione interna previste dall’intesa, come condivisione delle best practice, test, acquisti e vendite congiunti. Mobile Alliance permetterà ad oltre 40 milioni di cittadini europei di sentirsi a casa anche all’estero e di usare il telefono mobile con la semplicità, la convenienza e la qualità dei servizi cui sono abituati. Le grandi imprese, con sedi in diversi Paesi, potranno avvantaggiarsi di offerte globali molto convenienti e di servizi su misura, ma anche le piccole e medie imprese e i professionisti potranno scegliere di affidarsi ai servizi dell’alleanza per comunicare in Europa come a casa. Home away from home, infatti, è la filosofia che ha spinto gli operatori telefonici a collaborare insieme. Già oggi i clienti possono effettuare chiamate e connessioni dati, in modo trasparente, su tutte le reti di tutti i partner’.

‘I vantaggi della nuova alleanza – prosegue la nota di Wind – saranno incrementati a partire dal mese di dicembre 2003 con l’introduzione di nuove e convenienti opzioni tariffarie e la progressiva apertura di tutti i servizi, da quelli di base a quelli più innovativi, compresi la trasmissione dati GPRS, la messaggistica multimediale MMS e il roaming W-LAN nei principali luoghi di passaggio e di aggregazione. Fra gli altri servizi in programma, i titolari di piani prepagati potranno ricaricare con semplicità il telefonino ed effettuare chiamate in roaming internazionale senza mai anteporre codici. Il customer care e la segreteria telefonica saranno accessibili, per tutti, attraverso i normali numeri brevi mentre, con la presentazione del numero (CLI), sarà sempre possibile annunciarsi al chiamato, anche dall’estero. La trasparenza nell’uso dei servizi attraverso l’Europa è il primo risultato del lavoro dei partner Mobile Alliance, che hanno individuato nell’innovazione, tecnologica e di marketing, una delle forti chiavi di sviluppo dell’intesa. Sotto il profilo strategico, l’alleanza, che È destinata ad espandersi verso altri territori nei prossimi mesi, permetterà ai singoli operatori di realizzare importanti economie di scala e di diversificazione -conclude la nota- con una significativa riduzione dei costi operativi’.