Data la sempre maggiore importanza delle nuove tecnologie sui campi di battaglia, la US Navy avrebbe deciso di adottare le tecnologie Wi-Fi per gestire una serie di comunicazioni a banda larga con i propri uomini a terra e sulla navi. Il programma, chiamato Littoral Combat (LC) Future Naval Capability (FNC), è attualmente in fase di sviluppo e di test, con la collaborazione dell’azienda specializzata Consulting and Engineering Next Generation Networks (CenGen).

Il Littoral Combat dovrebbe consentire a gruppi armati di Marines di contattare e gestire le comunicazioni digitali con le propri navi dalla costa, grazie a dispositivi Wi-Fi. Il progetto, però, dovrebbe entrare nella fase operativa unicamente a partire dal biennio 2004-2006. Esso si comporrà di due elementi principali, il primo è dotare tutte le navi della Marina americana di W-LAN, per consentire a tecnici e marinai di condurre le comunicazioni a bordo e controllare macchinari e sistemi grazie a palmari dotati di Wi-Fi. In secondo luogo dotare i gruppi da sbarco dei Marines dei medesimi palmari, per seguirne meglio i movimenti al momento dell’arrivo sulla costa.

Questo secondo punto, in particolar modo, deve essere meglio sviluppato, a causa delle note rimostranze sulla sicurezza delle trasmissioni Wi-Fi, sicurezza che, come si può immaginare, è fondamentale nelle comunicazioni a carattere militare. Gli studi continueranno soprattutto in questa direzione, per rendere le trasmissioni dati inattaccabili dall’esterno.