Il Fire Phone di Amazon è stato, senza ombra di dubbio, il suo prodotto di minor successo. Lo smartphone è partito in quarta con funzionalità aggressive, come la visuale 3D dei prodotti e un abbonamento annuale del servizio Prime (che negli Stati Uniti include anche serie TV in streaming) incluso nel prezzo, ma nessuna delle previsioni di vendita iniziale si è avverata. L’azienda di Seattle ha comunicato a GeekWire di aver definitivamente venduto tutte le scorte che aveva in magazzino.

In altri contesti, tale notizia potrebbe essere fonte di orgoglio per un produttore. Per Amazon, invece, è la fine di un incubo. Fire Phone è stato annunciato lo scorso anno, con caratteristiche tecniche alla pari di altri smartphone top di gamma. Il problema? Il suo prezzo non è mai stato in linea con la filosofia commerciale di Amazon né le sue caratteristiche peculiari hanno attecchito al pubblico.

Amazon Fire Phone
Amazon Fire Phone

Amazon si è accorta dell’errore molti mesi dopo, quando ha abbassato di molto il prezzo di vendita. Nelle ultime settimane, ha deciso di licenziare gran parte del personale responsabile del Fire Phone nel Lab126, per focalizzarsi sui suoi servizi software e sui tablet Kindle, un business più proficuo, secondo quanto riportato dal The Wall Street Journal.

A ottobre 2014, Amazon annunciò di aver generato un passivo di 170 milioni di dollari nell’ultimo trimestre solo di Fire Phone. Un segnale sin da subito che quest’ultimo era destinato a fallire.