È partita questa settimana, in
64 comuni italiani, l’offerta Linea Wind che permette alle famiglie di
scegliere Wind come operatore unico, abbandonando definitivamente l’ex-monopolista
Telecom Italia e decidendo se mantenere o meno il proprio numero telefonico,
grazie alla number portability.

La nuova offerta di Wind, che prende
il posto della precedente versione di Linea Wind, ora non più sottoscrivibile,
è riservata alle sole persone fisiche titolari di una linea analogica
o ISDN attiva presso Telecom Italia e che sono clienti dei servizi di telefonia
fissa Wind.

Linea Wind prevede il piano tariffario
base Flat, che permette di effettuare chiamate locali e interurbane illimitate
a fronte di un canone mensile di 35,64 Euro (pari a 69.000 lire), IVA inclusa.
Al piano base Flat si aggiungono altre vantaggiose offerte su misura, quali
l’opzione NoStop, che con un canone mensile di 61,46 Euro (pari a 119.000),
IVA inclusa, oltre alle chiamate locali e interurbane permette connessioni illimitate
anche verso i POP inwind.

L’offerta Linea Wind(dal 10 dicembre 2001)

chiamate lire/secondo  
urbane 0  
interurbane 0  
cellulari
Wind
5 – 20%
dopo il 3° minuto
cellulari
di altri gestori
9.4 – 20%
dopo il 3° minuto
Internet
InWind
(da POP locale)
0.5 – 40%
dopo il 3° minuto
Internet
non InWind
(o InWind da POP non locale)
1.1  
tariffe al
secondo – IVA inclusa

 

Per gli utenti che hanno l’esigenza
di essere sempre connessi ad Internet è disponibile l’offerta Libero
ADSL Light
Infostrada, che consente una connessione ‘always on’ (senza limiti
di traffico e di tempo e senza occupare la linea telefonica) ad una velocità
elevatissima e ad un prezzo competitivo. Questa offerta è disponibile al costo
mensile di soli 74,34 Euro (pari a 143.934 lire), IVA inclusa, o 85,14 Euro
(pari a 164.845 lire), IVA inclusa, nella versione che comprende anche il modem
in comodato, mentre il contributo di attivazione di 185 Euro (pari a 358.210
lire), IVA inclusa, è gratuito fino al 31 gennaio 2002.