L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni comunica di stare valutando l’ordinanza del TAR Lazio che ha sospeso l’entrata in vigore, a partire dal 30 giugno prossimo, del blocco automatico delle chiamate ai numeri a sovraprezzo per gli utenti che non abbiano manifestato espressamente la volontà di effettuare dette chiamate.

Ciò sia ai fini della presentazione dell’appello al Consiglio di Stato sia, considerati i tempi processuali per l’appello, ai fini della possibile adozione di misure tecniche che valgano a tutelare senza dilazioni le famiglie dal rischio di una spesa telefonica fuori controllo.

L’Autorità ricorda che, comunque, la parte della deliberazione che riguarda l’attivazione su richiesta degli utenti del blocco permanente gratuito non è stata sospesa. Pertanto tutti gli utenti possono in ogni momento richiedere al proprio operatore telefonico il blocco gratuito.