Ancora nulla di fatto per quanto riguarda la mega
alleanza per le licenze UMTS, che dovrebbe riunire sotto lo stesso tetto gran
parte delle aziende italiane che negli ultimi mesi si sono dette interessate
alla nuova tecnologia per la telefonia mobile di terza generazione.

Le trattative fra Atlanet, e.Biscom, Finmeccanica
e Ferrovie sono ancora aperte e l’annuncio dell’alleanza, secondo fonti ben
informate, dovrebbe arrivare nei primi giorni della prossima settimana, non
appena si sarà raggiunto un accordo fra le oltre venti aziende che faranno
parte della cordata.

Scontata la presenza di Atlanet, il nuovo operatore
che riunisce Acea, gli spagnoli di Telefonica e Fiat-Ifil, come pure quella
di e.Biscom, Finmeccanica e delle Ferrovie dello Stato.

Le aziende dovranno tener conto anche di quanto
stabilito nel bando di gara per le licenze UMTS, che in un certo senso imporrà
dei vincoli alla partecipazione contemporanea a più cordate.