L’autorità garante per la concorrenza ha comminato una multa di 64.600 Euro a Telecom Italia. per lo spot ‘Tim Tribù azzera i costi di ricarica’ dello scorso autunno.
Secondo l’autorità, le condizioni e le limitazioni relativi all’offerta in oggetto non erano sufficientemente in evidenza, anche per un telespettatore attento.
L’autorità ha quindi ritentuto ingannevole il messaggio pubblicitario, condannando Telecom Italia al pagamento di un’ammenda di 39.600 Euro, portati a 64.600 dal momento che Telecom Italia era stata punita per pubblicità ingannevole.