3 Italia con un comunicato stampa ha risposto al provvedimento adottato dall’Antitrust (L'Antitrust ordina a 3 Italia la sospensione del recupero crediti).
3 Italia ha annunciato di aver già dato attuazione alla sospensione della riscossione coattiva dei crediti relativi al traffico Internet contestato dai propri utenti nel periodo indicato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, e di averlo già comunicato all’Autorità stessa.
 
3 Italia ha ribadito la correttezza del proprio operato anche per quello che riguarda la strutturazione dell’offerta, che "con la sua soglia di 5GB/mese (pari a 5 volte il consumo medio registrato tra i clienti di 3, ovvero oltre 1.200 file mp3, oppure 5 milioni di messaggi chat o 350mila e-mail, oppure 50 mila pagine web.) è tra le più competitive oggi presenti su un mercato in espansione come quello della banda larga mobile." 
 
3 Italia informa anche di aver avviato campagne di educazione al fine di aumentare la consapevolezza del cliente sui costi derivanti dalla navigazione extra soglia e in roaming GPRS, costi che peraltro dal 5 maggio scorso sono stati ridotti rispettivamente a 20 eurocent  a Megabyte e 60 eurocent a Megabyte.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum