3 Italia rende noto di aver revocato la procedura di mobilità per 270 lavoratori avviata lo scorso 3 ottobre e finalizzata alla definizione di una più efficiente organizzazione aziendale.

In una nota si legge che all’origine della decisione "c'è il raggiungimento degli obiettivi organizzativi prefissati attraverso un piano di incentivazioni all'esodo e ad altre forme di ricollocamento che hanno consentito di non procedere ad ulteriori uscite di personale".

Grazie alla ristrutturazione messa in atto, l'operatore 3 Italia "potrà rendere più competitivo il presidio del mercato italiano delle comunicazioni mobili, di cui conserva la leadership nelle tecnologie di terza generazione".