3 Italia ha annunciato l’avvenuta sperimentazione, insieme a reti Radiotelevisive Digitali, della modulazione gerarchica delle frequenze.
Questo consentirà la trasmissione sulla rete di 3 Italia, oltre ai consueti canali della mobile TV DVB-H, anche di alcuni canali del digitale terrestre DVB-T.
L’utilizzo della tecnologia di modulazione gerarchica delle frequenze non comporta impatti sensibili sulla rete, permettendo agli operatori di aggiungere nuovi canali sulle reti esistenti senza effettuare ingenti investimenti.

“Il successo della prima sperimentazione al mondo con la tecnologia a modulazione gerarchica segna una nuova milestone raggiunta da 3 Italia grazie allo sviluppo di tecnologie innovative di RRD” ha detto Vincenzo Novari, amministratore delegato di 3 Italia. “Con la possibilità di trasmettere insieme i canali digitali mobili su Tivufonino e i canali digitali terrestri sulla televisione classica, la nostra rete – con investimenti minimi – acquista ulteriore valore”.

“Gli operatori e le emittenti televisive potranno trasmettere la Tv Digitale Mobile e quella digitale terrestre con un unico flusso di dati sulle stesse frequenze e con la possibilità di scegliere due differenti qualità del segnale” ha affermato Antonio Mazzara, amministratore delegato di RRD.