Quando nel 2016 Google ha sostituito la gamma di smartphone Nexus con la nuova serie di smartphone Google Pixel ha chiaramente indicato di voler produrre e commercializzare smartphone di fascia bassa accessibili a sviluppatori e appassionati, e avvicinarsi di più ai consumatori abituali, ma questo ha deluso non poco gli appassionati della linea Nexus.

Analogamente ad altre grandi aziende, Google ci ha abituati ad assistere ogni anno alla presentazione di una nuova versione dei suoi smartphone Pixel e quest’anno è stata la volta della nuova versione 4.

Ma prima di arrivare a descriverla vediamo qual è stata l’evoluzione negli anni delle varie versioni di Google pixel.

Google Pixel

Google-Pixel

Google aveva annunciato due smartphone come parte della linea di smartphone Google Pixel nell'ottobre 2016, Pixel e Pixel XL. Questi sono i primi due smartphone Pixel che l'azienda abbia mai annunciato.

Offrono un design notevolmente diverso rispetto a qualsiasi dispositivo Nexus introdotto dalla società fino a quel momento. I due Pixel sembrano identici, ma sono diversi in termini di dimensioni.

Google Pixel e Pixel XL sono realizzati in metallo e vetro. Una buona porzione della parte posteriore di questi due telefoni è rivestita in metallo, ma la parte superiore ha una lastra di vetro applicata.

Sul lato posteriore di Google Pixel si evidenzia la fotocamera principale da 12 MP avente una focale da f/2.00.

Grazie alla tecnologia dei sensori posteriori è possibile filmare filmati video in 4k. I selfie sono affidati alla camera anteriore che presenta un sensore da ben 8.0 megapixel.

Il display di 5 pollici è caratterizzato da un pannello Super AMOLED.

Per il comparto hardware di questo Google Pixel, l’azienda ha integrato un elaboratore principale Qualcomm Snapdragon 821, un quad-core con 2.1GHz di clock, 4 GB di RAM e uno storage interno da 128 Gigabyte.

Questo smartphone ha anche il vantaggio di avere un'autonomia secondo noi molto buona, grazie alla batteria da 2770 mAh, ad un buon processore ed una buona ottimizzazione energetica software.

I suoi soli 143 grammi di peso lo rendono uno smartphone comodo da portarsi in giro, anche nelle giornate più impegnative.

Le migliori offerte di oggi su  per l'acquisto di .

 

Google Pixel 2

Google-Pixel-2

Il Google Pixel 2 e Pixel 2 XL sono stati introdotti in ottobre 2017. Si tratta della seconda generazione degli smartphone Google Pixel della società e, a differenza della prima versione, questi due non sembrano identici. Il Pixel 2 viene fornito con cornici molto più spesse rispetto al Pixel 2 XL. Questa è la differenza principale tra i due telefoni, oltre al fatto che sono anche di dimensioni diverse.

Più potente di un medio gamma e più economico di un flagship, Google Pixel 2 è il dispositivo Google per coloro i quali cercano un buon rapporto tra prestazioni e prezzo. Si tratta di una soluzione chiaramente appetibile se si ha intenzione di far proprio uno smartphone candidato ad accompagnare le proprie ore di lavoro, attività fisica ed intrattenimento.

Sul lato frontale è presente una selfie camera con capacità di 8.0 MPx. L'obiettivo principale della fotocamera, ad integrare il potenziale di scatto sul lato posteriore, offre una capacità di 12 Mpx con un'apertura focale f/1.80.

Non è un flagship, ma poco ci manca. Google Pixel 2 vanta performance elevate grazie al chip Qualcomm Snapdragon 835, un octa-core con 2.2GHz di clock che insieme a una RAM da 4 Gigabyte riesce a reggere fluidamente pressoché qualsiasi gioco e applicazione. Fotografie, video, playlist e documenti possono essere salvati nei 64 GB di spazio di archiviazione interno.

Il display di 5 pollici si basa su un pannello con tecnologia AMOLED.

Questo smartphone ha anche il vantaggio di avere un'autonomia secondo noi molto buona, grazie alla batteria da 2700 mAh, ad un buon processore ed una buona ottimizzazione energetica software.

Google Pixel 2 risulta essere uno smartphone molto leggero: pesa infatti solo 143 grammi.

Le migliori offerte di oggi su  per l'acquisto di Google Pixel 2.

Google Pixel 3

Google-Pixel-3

Il Google Pixel 3 e Pixel 3 XL sono stati annunciati nel mese di ottobre 2018, e rappresentano la terza generazione pixel di Google. Questi due prodotti, proprio come Pixel 2 e Pixel 2 XL, non sembrano identici. Hanno lati posteriori identici, che ricordano la parte posteriore della serie Pixel 2, ma i lati anteriori sono diversi. Pixel 3 non include una tacca o un foro del display, ma presenta cornici evidenti sopra e sotto.

Sul lato posteriore di Google Pixel 3 c'è una fotocamera principale da 12 megapixel, il cui sensore ha apertura focale pari a f/1.80. Grazie alla qualità della dotazione di bordo è possibile registrare clip video in 4k. Sul lato frontale è possibile trovare una selfie camera con due sensori, il principale dei quali da 8.0 megapixel.

A bordo il suo cuore pulsante è un processore Qualcomm Snapdragon 845 da 8 core e 2.7GHz di frequenza di clock, insieme a 4 GB di RAM e 64 GB di storage interno.

Il display principale da 5.5 pollici poggia su un pannello di tipologia OLED.

Con i suoi 148 grammi di peso, il dispositivo garantisce all'utente una notevole esperienza in mobilità.

Chiude il cerchio l'ottima batteria Li-ion polymer da 2915 mAh, che ci è parsa del tutto adeguata alle esigenze energetiche di chi fa un utilizzo normale del device. L'ottimizzazione software è un aspetto di imprescindibile importanza per comprendere la durata di una batteria.

Le migliori offerte di oggi su  per l'acquisto di Google Pixel 3.

Google Pixel 3a

Google-Pixel-3a

Nel maggio 2019, Google ha presentato gli smartphone Google Pixel 3a e Pixel 3a XL. Questi due telefoni hanno lo stesso aspetto e fondamentalmente contengono le stesse specifiche, a parte il display e le dimensioni della batteria. Entrambi i dispositivi assomigliano un po' al Pixel 3, ma la differenza riguarda la struttura in policarbonato.

Le migliori offerte di oggi su  per l'acquisto di Google Pixel 3a.

Google Pixel 4

Google-Pixel-4

A ottobre 2019 Google ha annunciato due nuovi smartphone, Pixel 4 e Pixel 4 XL. Questi due dispositivi hanno dimensioni diverse, ma sfoggiano lo stesso design. Entrambi sono realizzati in metallo e vetro e inizialmente sono stati lanciati in tre varianti di colore.

Google ha introdotto entrambi i dispositivi nelle varianti Just So Orange, Clearly White e (edizione limitata) Oh So Orange. Di tutte e tre le varianti, solo il modello Just Black ha una piastra posteriore lucida.

Gli smartphone Google Pixel 4 e Pixel 4 XL al tatto sono meno scivolosi rispetto alla maggior parte degli smartphone sul mercato. Il software prevede il “Motion Sense“, una funzione gestita da un apposito chip, che serve per catturare forme e movimenti 3D utili per prevedere ciò che si sta per fare.

È inclusa anche una fotocamera frontale e i normali sensori dello smartphone. Google non ha incluso uno scanner di impronte digitali su nessuno di questi due smartphone preferendo il riconoscimento facciale.

I dispositivi della serie Pixel 4 sono i primi telefoni della serie ad offrire due fotocamere posteriori. Oltre alla fotocamera principale da 12,2 megapixel, è inclusa anche una teleobiettivo da 16 megapixel. Lo Snapdragon 855 alimenta sia Pixel 4 che Pixel 4 XL ed entrambi i telefoni includono 6 GB di RAM. Android 10 è preinstallato su entrambi questi dispositivi, mentre entrambi offrono altoparlanti stereo frontali.

Specifiche tecniche di alto livello e qualità costruttiva medio alta fanno di questo Google Pixel 4 un telefono che risulta una soluzione sicuramente percorribile nel segmento dei medio gamma.

Grazie alla capacità delle fotocamere posteriori è possibile filmare file video in 4k. Sul frontale sono inclusi i sensori per la scansione facciale avanzata ed è integrata una fotocamera dedicato ai selfie da 8 MP.

Il display principale di 5.7 pollici contiene un pannello OLED.

Non manca molto a Google Pixel 4 per essere considerato un top di gamma. Il telefono di Google si infila di diritto nella fascia medio-alta del mercato, forte di un comparto

La batteria Li-ion da 2800 mAh sembra del tutto proporzionale alle necessità d'uso per una normale giornata. Va tenuta in ferma considerazione, tuttavia, la differenza tra capacità della batteria e durata della stessa: ottimizzazione software e abitudini d'uso (app, streaming, elaborazioni grafiche, navigazione e quant'altro) sono variabili estremamente importanti che ogni utente deve tenere in considerazione per capire quale possa essere la durata. Il peso è relativamente contenuto, arrivando ad appena 162 grammi.