Se ti sei visto addebitare un importo per un servizio a pagamento che non hai attivato, non avere paura: probabilmente è stato attivato un VAS (value added services) a pagamento sulla tua linea, ma è possibile disattivarlo.

I VAS non sono altro che dei servizi a pagamento che vengono attivati su una linea telefonica e che offrono dei servizi di intrattenimento o di informazione. Possono essere acquistati singolarmente o in abbonamento, ma capita spesso che questi servizi vengano attivati senza un consenso esplicito. L’intestatario della linea telefonica è comunque tutelato perchè è possibile disattivare i servizi a pagamento in maniera permanente e richiedere il rimborso.

Come disattivare servizi a pagamento

disattivare servizi a pagamento

Disattivare servizi a pagamento è possibile in molti modi. L’AGCOM mette a disposizione dei consumatori, indipendentemente dal gestore di telefonia mobile, due modi gratuiti per disattivare questi servizi.

Il primo è il numero verde 800.44.22.99, sempre attivo, che è possibile chiamare per disattivare il servizio a pagamento che è stato attivato sulla vostra linea telefonica. È possibile chiamare il numero verde entro sei ore, che rappresentano il periodo di ripensamento, e ottenere la disattivazione del servizio ed il rimborso.

Il secondo metodo, più immediato, è stato introdotto dall’AGCOM a partire dal 20 gennaio 2020 e consiste nell’invio di un SMS, sempre entro sei ore, al numero indicato dal messaggio di attivazione del servizio. Anche in questo caso è prevista la disattivazione e il riaccredito immediato dell’importo. I modi per disattivare i servizi però non si esauriscono qui, e dipendono anche dall’operatore di appartenenza.

Visto che i servizi a pagamento accreditano l’importo sul credito residuo della vostra linea, il consiglio è quello di attivare un servizio di ricarica automatica ed evitare così due situazioni spiacevoli: la prima è quella di rischiare di rimanere senza credito, mentre la seconda è relativa al fatto che le principali compagnie telefoniche, grazie al servizio di ricarica automatica, bloccano automaticamente i servizi a pagamento, prevenendo gli addebiti indesiderati.

Per evitare di collegare il vostro conto corrente bancario alla vostra linea telefonica e subire accrediti eccessivi e indesiderati, è consigliabile collegare una carta prepagata alla linea, in modo tale che l’importo presente sulla carta sia sempre sotto controllo.

Una delle migliori è sicuramente Revolut, una carta prepagata che ti dà la possibilità di non pagare alcun costo in caso di spese o trasferimenti di denaro all’estero. Il welcome kit di Revolut, rivolto ai lettori di Telefonino.net, prevede un bonus di 10 euro alla prima ricarica effettuata (di almeno 10 euro) e con spese di spedizione gratuite.

Disattivare servizi a pagamento Vodafone

I clienti Vodafone possono disattivare servizi a pagamento chiamando il 190, numero dedicato ai clienti, e parlando col call center. È possibile chiedere all’operatore la disattivazione del servizio e il rimborso dell’importo che è stato addebitato sul proprio credito o conto.

Alternativamente, i servizi a pagamento possono essere disattivati attraverso il sito web di Vodafone, collegandosi all’area Fai da te attraverso il pulsante di login posto in alto a destra nell’homepage del sito. Se non si dispone di un account, è possibile crearlo utilizzando il proprio numero di telefono. Una volta all’interno, la voce da selezionare è Controllo Costi e, successivamente, Servizi Digitali per verificare quali servizi sono stati attivati sulla propria linea.

Nella sezione Servizi e promozioni attive, all’interno dell’area La tua offerta, vi sarà una voce chiamata Servizi relativi alle chiamate, al cui interno è possibile disattivare i servizi a pagamento che non sono graditi. Vodafone ha anche una pagina di informazioni relativa a questo tipo di servizi.

Disattivare servizi a pagamento Tim

Per disattivare i servizi a pagamento, i clienti Tim possono rivolgersi al 119 e parlare con un operatore del call center, chiedendo la disattivazione dei servizi e il rimborso. In alternativa, è possibile inviare un SMS al 119 con scritto “disattivazione servizi VAS”, e chiedere il rimborso successivamente, però attraverso una telefonata al call center.

In alternativa, è possibile utilizzare l’app MyTim o il sito, cliccare sulla propria linea e poi andare nella sezione Servizi per vedere quali servizi a pagamento sono attivi e, eventualmente, disattivarli. Anche in questo caso, una volta disattivato il servizio, bisogna richiedere il rimborso attraverso il call center.

Disattivare servizi a pagamento Wind

Per disattivare i servizi a pagamento, i clienti Wind possono accedere alla loro area personale sul sito internet del gestore e selezionare i servizi attivi. In alternativa, è possibile disattivare i servizi a pagamento attraverso l’app MyWind e accedere alla sezione servizi.

A quel punto basterà scegliere il servizio da disattivare e successivamente chiamare il call center al 155 per richiedere il rimborso.

Disattivare servizi a pagamento Tre

È possibile richiedere la disattivazione dei servizi a pagamento tramite linea Tre chiamando il 133, parlando con un operatore ed esplicitando la propria richiesta.

Attraverso l’app di gestione della propria linea Tre è possibile disattivare i servizi a pagamento selezionandoli tra quelli attivi. In questo modo è possibile non pagare più per il servizio a pagamento attivo e richiedere il rimborso per l’importo accreditato.

Disattivare servizi a pagamento Iliad

Nel caso in cui abbiate una sim Iliad, è possibile disattivare i servizi a pagamento chiamando il call center al numero 177 e selezionando l’opzione per parlare con un operatore.

Se scegliete di farlo attraverso l’app di Iliad, invece, vi basterà effettuare l’accesso e andare sotto la voce “Le mie opzioni” nella vostra area personale. A questo punto selezionate il servizio e procedete per la disattivazione.

Richiedere il rimborso per i servizi a pagamento: come fare

disattivare servizi a pagamento

È possibile chiedere il rimborso per i servizi a pagamento, a prescindere dall’operatore che abbiate. Per ottenere il rimborso, è possibile chiamare il numero verde 800.44.22.99 istituito dall’AGCOM e procedere con disattivazione e rimborso. Il rimborso può essere richiesto entro sei mesi dalla data di acquisto o abbonamento, e deve essere soggetto a verifica, quindi il consiglio è quello di non cancellare gli SMS che avvisano dell’attivazione del servizio indesiderato.

In alternativa, è possibile mandare, entro sei ore dal ricevimento della comunicazione di attivazione, un SMS allo stesso numero con scritto “annulla” per procedere alla disattivazione e avere il rimborso.

Come fare il blocco dei servizi a pagamento

disattivare servizi a pagamento

Per agire in maniera preventiva ed evitare accrediti indesiderati sul vostro conto o sul vostro credito residuo, è possibile bloccare l’attivazione di servizi a pagamento. Tutti gli operatori danno la possibilità ai propri clienti di disattivare i servizi e prevenirne l’attivazione.

Basta chiamare il vostro call center di riferimento e chiedere di parlare con un operatore. A quel punto dovrete chiedergli il blocco dei servizi a pagamento, in maniera tale che sulla vostra linea questi servizi non verranno mai attivati.