Introduzione


Un concentrato di tecnologia che chiameremo "cellulare" solo per una questione di comodità, ma che in realtà è molto di più. Wi-fi implementato, fotocamera a 3.2 megapixels, videocamera a risoluzione massima 640×480, doppio sistema UMTS-GSM. Praticamente, un apparecchio full optional. Verosimilmente, uno dei terminali più completi disponibili sul mercato italiano. In una parola sola (o in codice: N93). Naturalmente N-Series, ovviamente Nokia.

Confezione

In questa confezione come al solito cartonata, ma più grande, nonché raffigurante delle immagini riferite alle potenzialità dell’ N93, c’è proprio tutto. Telefono, batteria BP6M, caricabatteria da viaggio con adattatore, astuccio protettivo, laccio da polso, cavo dati pop-port/USB, cavo pop-port/audio-video, memoria MiniSD da 128mb, auricolare stereo con protezioni di ricambio, i soliti manuali e la suite di Nokia; quest’ultima, differentemente dal solito, viene proposta all’interno di un DVD Rom, nel quale sono contenuti anche alcuni programmi per l’elaborazione e la visualizzazione di immagini e video.
In particolare troveremo: Adobe Premiere Elements 2.0, Photoshop, Home Media Server e Nokia Lifeblog. Raramente, in una recensione, abbiamo riportato la presenza di tanti accessori, ma altrettanto raramente ne abbiamo visti in numero così elevato in confezioni standard di vendita. D’accordo, il costo non è propriamente abbordabile (per accaparrarsi l’N93 ci vogliono dai 600 agli oltre 800 euro proposti in maniera "spavalda" in qualche centro commerciale), ma per un prodotto luxury, Nokia ha finalmente voluto coccolare la propria clientela. E non si è fermata qui.

Nokia_N93_01
Nokia_N93_01

Primo contatto
Ricordate lo spot anni ’80 che spiegava la differenza tra grande pennello e pennello grande? Portata ai giorni nostri, possiamo dire che l’N93 è’ un grande telefono, ma anche un telefono grande: 180 grammi, 12 centimetri di altezza, cinque e mezzo di larghezza e ben tre di spessore. Il peso si sente tutto, in mano ci sta difficilmente (a meno che siate giocatori di basket), però è affascinante. In parole povere, non bisogna farsi scoraggiare dall’ingombro. Per riuscire nel nostro intento, allora, leggiamo le caratteristiche di questo Nokia N93.
Anzitutto, va detto che abbiamo in prova un terminale non brandizzato, con sistema operativo Symbian Serie 60 terza edizione, UMTS e tribanda 900-1800-1900. La connettività? Non si potrebbe volere di più: la wired è assicurata dalla presenza del cavo USB fornito nella dotazione di vendita, mentre quella wireless, può contare sull’implementazione congiunta di wi-fi, bluetooth e porta infrarossi. Tout court, insomma, a tutto campo; attualmente non si può superare una connettività di questa caratura. Come anticipato, ci troviamo di fronte a un terminale non piccolo, ma costruito con grande solidità e compattezza.
È stata scelta la plastica con lo scopo di limitarne (per quanto possibile) il peso, ma la qualità del materiale resta onorevole. A una pressione smodata, l’N93 resiste agli scricchioli, ogni meccanismo è costruito con ottima robustezza e automatismi precisi. L’estetica è molto soggettiva, ma è da sottolineare come non possa essere considerato un cellulare qualsiasi: a prima vista, l’opinione del consumatore non dovrà essere "Dannazione, è un telefono enorme"; piuttosto, dovrà pensare ad un palmare diverso dal solito, oppure ad una videocamera con funzioni telefoniche, o magari una fotocamera digitale con la quale ci si potrà connettere via wi-fi a internet. In quest’ottica, l’N93 diventa un apparecchio nella norma; considerando, invece, le sole funzioni telefoniche, non potrà che sembrare grosso.

Nokia_N93_02
Nokia_N93_02

Passiamo velocemente al display: si tratta di un 320×240 pixel (in pratica 2.4 pollici), a 262.000 colori a matrice attiva, dai colori molto vivaci e dalla luminosità autonomamente regolata dal sensore implementato. Avremo a disposizione un secondo display, che utilizzeremo a "cozza chiusa", di dimensioni molto più contenute (128×36 pixel); ci fornirà informazioni utili, specialmente per le chiamate in entrata, messaggi in arrivo, copertura e livello batteria.

La tastiera è molto comoda, visto che i pulsanti, grazie allo spazio disponibile, non sono stati ridotti all’osso, anzi; oltre ai consueti numeri, asterisco e cancelletto, nella parte inferiore troveremo alloggiati molti altri pulsanti, per un totale di venticinque (compreso il jog multi-direzione con click centrale). Saranno quattro quelli confinanti con il joypad (due soft-keys più i tasti di inizio e fine chiamata), più altri quattro posti al di sopra dei numeri (menù, tasto cancella, ecc.). Ma non finisce qui. L’N93, infatti, si può utilizzare a quattro vie: chiuso per il trasporto, aperto in verticale (è un bivalve) per telefonare, aperto a 90° per girare video, scattare fotografie (il display può ruotare, in modo tale da diventare mirino ottico) e aperto in orizzontale per sfruttare lo schermo durante la navigazione online. In questo senso, sono stati aggiunti tanti altri tasti. Sul display, abbiamo due pulsanti che ci consentiranno di utilizzare diverse opzioni dopo aver scattato, ad esempio, un’immagine; sul lato destro troviamo, invece, i tasti fotocamera per scattare foto, il meccanismo a leva per azionare lo zoom (ottico, era ora!), un altro piccolo joypad per sfruttare le varie features della videocamera e altri due tasti (uno per passare da modalità fotocamera a video, l’altro per attivare il flash). A ripensarci, possiamo contare un totale di 34 pulsanti. Niente male davvero.
La presa per la ricarica (pop-port) è stata disposta nella parte inferiore del telefono, mentre il tasto dell’accensione si trova sulla sommità. L’alloggiamento della scheda di memoria si trova sul dorso sinistro, al di sotto della fotocamera; formato accettato, secure digital mini (MiniSD).
In prova

Non riteniamo giusto farvi leggere per l’ennesima volta una disamina sul sistema operativo Symbian. Si tratta, infatti, del solito menù con la consueta disposizione a icone; quando entreremo nella feature interessata, ci troveremo di fronte alla solita lista di possibilità. Abbiamo già imparato a conoscere la realtà di questo Symbian Serie 60, quindi ci soffermeremo esclusivamente sui tratti distintivi dell’N93. In particolare, prenderemo in considerazione connettività e scambio dati, parte telefonica e multimedia.
Uno dei valori aggiunti, da considerare inestimabile in questo modello, è il wi-fi, che va a completare una connettività di tutto rispetto insieme a porta a infrarossi e bluetooth. Sarà possibile, tramite questo protocollo, utilizzare l’N93 come un piccolo palmare e, grazie all’ottimo browser di serie o al mitico Opera Mini (ci consentirà un lieve risparmio di Kb), navigare in rete.
Abbiamo testato il chip wi-fi presente sul telefono in un ambiente chiuso (dotato di segnale senza filo) e abbiamo comparato la potenza di ricezione con quella di un portatile; ebbene, l’N93 si è comportato egregiamente, ma resta indietro rispetto alla capacità ricettiva del portatile.
Il fattore indiscutibilmente positivo dell’operazione è stato l’aggancio alla rete, praticamente immediato: è stato sufficiente inserire la chiave di accesso per iniziare a navigare.

Nokia_N93_17
Nokia_N93_17

Da sottolineare la bontà dell’apertura orizzontale, che ci consente di utilizzare il display ruotato a 90 gradi, con lo stesso orientamento di un monitor per pc. Siamo riusciti a navigare nelle pagine grazie al jog multi-direzione, ed è stato anche divertente; inoltre, i tasti posti sul display ci hanno consentito di interagire e attivare la funzione di zoom, per andare a completare una navigazione altrimenti monca. Inoltre, abbiamo testato la funzione wi-fi in ambiente aperto, comparandola con la misurazione di un rilevatore di rete: l’N93 è riuscito a pescare segnali non ravvisati dall’altro marchingegno, una bella notizia.
Per quanto riguarda connettività e scambio dati, dobbiamo sottolineare ancora una volta la bontà della PC Suite Nokia; sempre completa, in grado di farci caricare contenuti java, sincronizzare il terminale con i contatti di Outlook, in tre modalità: il bluetooth si è rivelato estremamente performante, così come il cavo dati; meno potente, invece, l’infrarosso, ma non è una novità. Il bluetooth ci ha consentito di comunicare con il nostro portatile senza nessuna caduta di segnale, scambiare dati tra cellulari e fare il pairing con auricolari senza filo (è stato un gioco da ragazzi) in maniera istantanea. In particolare, su dispositivi Nokia non abbiamo mai avuto problemi, l’aggancio è stato velocissimo, ogni qualvolta abbiamo avviato una telefonata.

La configurazione dei dati, specialmente per ciò che riguarda l’e-mail, può contare sulle impostazioni guidate offerte da questo modello, che ha pre-settati tutti gli indirizzi POP3 della maggior parte dei provider Italiani. La connessione UMTS fa il resto e, anche utilizzato come modem, l’N93 ha dato il meglio di sé: abbiamo provato a scaricare da qualche FTP del materiale, con un risultato pienamente convincente. Ovviamente, anche sms e mms sono stati facilissimi da comporre, grazie al T9, capace di attestarsi sui soliti livelli di perfezione.

Nokia_N93_09
Nokia_N93_09

Per ciò che riguarda la parte telefonica, dobbiamo sottolineare la potenza del vivavoce, utilizzabile anche in macchina visto il regime di volume raggiunto. L’N93 non è a livello Communicator, ma le prestazioni sono pienamente convincenti. Siamo stati capaci di portare a termine chiamate in maniera positiva anche in zone precarie (eravamo ovviamente lontani da Milano, stavolta); unico neo, in tutto questo, il microfono dell’N93: poco potente, ci ha costretti in un paio di circostanze a ripetere le frasi all’interlocutore, al quale la nostra voce è arrivata poco pulita e a basso volume. Indubbiamente, si tratta di un particolare che sicuramente investirà solo il modello che abbiamo testato, ma ammettiamo che è stato un imprevisto seccante.
Tralasciando la parte office (completa), la rubrica multi campo è capiente all’inverosimile, mentre l’agenda è pratica e con la solita visualizzazione.
Passiamo velocemente alla flessibilità offerta da questo apparecchio, che sarà personalizzabile quasi totalmente, a partire dai toni fino ad arrivare agli sfondi, motivi e profili.
Tutto questo, però, scompare di fronte alla componente multimediale, e qui inizia la vera analisi di questo telefono.
Innanzitutto, ci preme dividere la disamina tra fotocamera e videocamera. Cominciamo dalla prima.

Il meccanismo che ci costringe ad aprire il telefono per attivare la cam è preciso, esente da scricchiolii, ma penalizza forse i mancini, che si troveranno ad utilizzare la fotocamera con la mano destra. Detto ciò, ricordiamo che abbiamo a disposizione una macchina fotografica vera e propria, da 3.2 megapixel, con la quale potremo scattare immagini di dimensione massima 2048×1536. Il formato sarà ovviamente il Jpeg, potremo contare su un risultato molto valido anche grazie alle lenti Carl Zaiss e all’autofocus presente implementato da Nokia.

Nokia_N93_10
Nokia_N93_10

Potremo contare anche su altre opzioni, come il controllo automatico del bilanciamento del bianco e la serie di impostazioni relative all’oggetto del nostro scatto (ritratto, panoramica, sportiva, notturna).
Inoltre, in caso di penombra avremo modo di attivare il flash, purtroppo a led (e non allo xenon come sul k800i) e sfruttare la funzione di zooming (stavolta ottico e non solo digitale). Riusciremo a ingrandire fino a tre volte l’oggetto della nostra immagine (arriveremo a venti, in caso di zoom digitale). In parole comprensibili, i risultati dei nostri scatti saranno convincenti (d’altronde, con la serie di impostazioni selezionabili tramite il piccolo jog disposto sul dorso destro del telefono, sarebbe stato impossibile pensare altrimenti); una volta catturata la nostra immagine, potremo inviarla via mms (in questo caso la foto subirà una ottimizzazione), oppure inoltrarla via bluetooth/infrarossi al nostro pc o altri dispositivi. E ancora, avremo la possibilità di andare ad agire sul nostro prodotto in due modi: direttamente dal telefono, tramite il piccolo editor immagini, oppure su pc, grazie alla versione di Photoshop che ci ha fornito Nokia in dotazione.
Passiamo dalla fotocamera alla videocamera, ricordando che attivarla sarà estremamente semplice: all’utente, infatti, sarà sufficiente premere il tasto disposto sotto il jog dislocato sul lato del telefono e l’N93 cambierà modalità.

Nokia_N93_17
Nokia_N93_17

Esaminiamo le possibilità della nostra cinepresa digitale: avremo l’opportunità di confezionare video a dimensione VGA (640×480), a trenta frame al secondo.
La registrazione avverrà in due formati: 3gp se sceglieremo la definizione normale, MP4 se andremo ad opzionare quella alta. In entrambi i casi, invece, l’audio sarà realizzato in AAC. È sicuramente da preferire l’Mpeg4 al 3gp, semplicemente perché avremo subito la chance di realizzare DVD per condividere i nostri ricordi con gli amici più cari. Anche qui, ovviamente, abbiamo il bilanciamento del bianco, e le modalità normale e notturno, necessarie per poter interagire al meglio con l’ambiente circostante. Simpatica, ma non utile, l’opportunità di scegliere tra diverse tonalità di colore (normale, seppia, bianco-nero, negativo), mentre più piacevole sarà l’impiego dello zoom (anche qui ottico – 3x, che abbinato al digitale porterà a un ingrandimento massimo di otto volte). I risultati del nostro girato saranno di tutto rispetto e non dovremo passare necessariamente al computer il nostro clip; ci basterà, infatti, utilizzare il cavo video aggiunto da Nokia per agganciare al nostro televisore il telefono e iniziare a goderci il contributo catturato. Ovviamente, invece, se vorremo andare a montare diversamente il video, dovremo per forza di cose passare dal pc e utilizzare Adobe Premiere, programma fornito nella dotazione di vendita.

Nokia_N93_12
Nokia_N93_12

In definitiva, la componente multimediale di questo telefono è la parte più divertente con la quale interagire, ma non finisce qui: potendo godere di una scheda di memoria capiente, avremo anche modo di ascoltare files mp3 tramite le cuffie stereo già disponibili. E in caso non avessimo mb da investire, niente paura: ci basterà accendere la radio! Il tutto, con un dispendio di energia purtroppo notevole; la batteria fornita a corredo è una BP6M, con la quale arriveremo a coprire al massimo 24 ore, che diventeranno 36 nel caso in cui non dovessimo sfruttare a fondo ogni possibilità dell’N93.
Rimane, per concludere, un terminale veramente completo, ne è testimonianza la scheda tecnica che potete leggere sul Telefonino.net: a memoria, non ricordiamo un ‘NO’ tra le features del telefono… un motivo, dopotutto, ci sarà…

Nokia_N93_01f
Nokia_N93_01f

Nokia_N93_02f
Nokia_N93_02f

Nokia_N93_03f
Nokia_N93_03f

Nokia_N93_04f
Nokia_N93_04f

La visione della videoprova necessita di un breve periodo di attesa, variabile a seconda del tipo di connessione che state utilizzando.

Immagini Nokia N93

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata Plug in
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 950
Tipo di batteria Litio
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna 50 MB
Memoria esterna Mini SD
Chipset
Reti supportate GPRS,EDGE,UMTS
Schermo pieghevole
Interfaccia utente 60
Sistema Operativo Symbian 9.1 (3rd Edition)
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi 3
USB
Bluetooth

Foto e video

Raw
Flash 1
Risoluzione massima
Stabilizzatore
Risoluzione massima foto
Zoom
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride