Xiaomi Mi 8 Pro è stato presentato ieri insieme a Mi 8 Lite. Probabilmente, il terminale è destinato a diventare la versione internazionale di Xiaomi Mi 8 Explorer. Sul Web è spuntato il primo unboxing del device nella bellissima colorazione Twilight Gold.

Quando il gradiente colpisce lo smartphone

Una delle novità dei neonati smartphone è relativa alle colorazioni. Per la prima volta su un device Xiaomi spuntano colorazioni cangianti come quelle viste inizialmente solo sui terminali Huawei.

 

La versione Twilight Gold tende al rosa, più scuro nella parte superiore e tendente al cipria più in basso. Potrebbe sembrare una colorazione tendente al pubblico femminile, in realtà è adattabile a qualsiasi situazione.  L’effetto è davvero piacevole alla vista.

 

Inoltre, a parte il comparto fotografico, nulla disturba la visione d'insieme del pannello posteriore. Infatti, il lettore d'impronte digitali è posizionato all'interno del display e non sul back panel.

Un fingerprint in-display veloce, ma energivoro

Xiaomi non ha avuto remore ad ammettere che adottare un lettore d'impronte digitali posizionato sotto il display sia una soluzione interessante, ma parecchio energivora. Su Mi 8 Pro è installato un sensore sensbile alla pressione, che attive il device solo quando il dito è effettivamente a contatto con lo schermo.

 

Infatti, il terminale è perennemente attivo, alla ricerca dell'eventuale pressione del dito sullo schermo. Un lavoro continuo, che inevitabilmente rischia di buttare giù la batteria più velocemente.

L'azienda spiega però che il sistema scelto per i suoi device è diverso da quello della concorrenza in termini di rapidità. Infatti, pare sia molto più reattivo e veloce nel riconoscimento dell'impronta.

Cosa cambia fra Mi 8 Pro e Mi 8 Explorer Edition

Come anticipato, è probabile che Xiaomi Mi 8 Pro arriverà da noi come versione internazionale di Mi 8 Explorer Edition. I device non sono però completamente identici.

Lo smartphone appena presentato gode di delle colorazioni gradiente, non presenti sulla Explorer Edition. Tuttavia, quest'ultimo vanta il riconoscimento facciale 3D, con sensore dedicato, per lo sblocco del device. Funzionalità hardware assente su Mi 8 Pro.

Insomma, i device sono simili, ma non identici. Resta solo da capire se effettivamente Xiaomi Mi 8 Pro arriverà al posto di Mi 8 ED a livello globale. E soprattutto, quali saranno i prezzi di vendita.