Al lancio dello Xiaomi Mi 6 potrebbe mancare ancora un nel po’ di tempo, ma di questo smartphone – probabile prossimo flagship smartphone dell’azienda cinese – si inizia già a parlare parecchio in Rete. Non foss’altro perché sul sito ufficiale del produttore è stata individuata una scheda che ne riporta prezzo e caratteristiche. Non si tratta ovviamente di formazioni ufficiali – anche se così sembrerebbe – ma comunque sono dati interessanti da prendere in considerazione.

Xiaomi Mi6
Xiaomi Mi6

Partiamo dal prezzo e dalla data di lancio. Per essere un modello flagship, il Mi 6 non appare molto costoso; Xiaomi infatti sembra aver intenzione di settare il prezzo dell’apparecchio a soli 499 dollari (circa 450 euro). Certo, è una cifra più alta di quella a cui viene venduto attualmente il Mi5, ma comunque meno dei modelli di punta di altri brand blasonati. Il lancio del Mi6 dovrebbe avvenire nel febbraio del 2017, dunque mancano ancora 7 mesi, un lasso di tempo molto largo in cui potrebbe avvenire di tutto. Xiaomi potrebbe decidere non solo di ritoccare il prezzo – al rialzo o al ribasso – ma anche intervenire con modifiche alla scheda tecnica.

Ma vediamo appunto queste caratteristiche. Lo Xiaomi Mi6 non sarà uno smartphone particolarmente grosso: il suo display si fermerà a soli 5,2 pollici di diagonale, sarà di tipo IPS ed avrà una risoluzione Full HD pari a 1920 x 1080 pixel (428 PPI). Come processore, nel device sarà impiegato un quad core Snapdragon 830 (che peraltro non è ancora stato ufficialmente presentato da Qualcomm). 4 saranno i GB impiegati per la RAM, mentre per lo storage saranno a disposizione 64GB. La presenza di uno slot per le schede microSD non è indicata. Per le fotocamere Xiaomi adotterà due sensori da 16 e 4 megapixel. La batteria che alimenterà il tutto sarà da 3.000 mAh. La porta USB per il caricamento dell’apparecchio supporterà anche la tecnologia USB OTG. Garantite connettività Bluetooth 4.2, NFC e Wi-Fi in standard 802.11a/b/g/n/ac. A bordo ci saranno anche sensore biometrico (per le impronte digitali), GPS con A-GPS, GLOSNASS, sensore di prossimità, tecnologia infrarossi, sensore di rilevamento della luce ambientale, bussola elettronica, barometro, sensore di accelerazione e giroscopio. Questo nuovo cellulare potrà ovviamente funzionare su reti 3G e 4G; due gli slot per le SIM card, entrambe in formato nano.

L’OS di gestione del dispositivo sarà sicuramente Android, sormontato dalla versione 7 di MIUI, ma non è chiaro – né certo – che la versione di Android che girerà sotto la UI proprietaria sarà Nougat. Lo speriamo, ovviamente, ma non è affatto detto. Prendete ovviamente il tutto come puro “rumor”, chiacchiericcio. Lo ribadiamo: Xiaomi non si è espressa in merito, non ci sono dunque conferme sul fatto che queste siano le effettive feature del dispositivo.