WhatsApp è il servizio di messaggistica istantanea più utilizzato al mondo. Nonostante vi siano alternative che potrebbero essere considerate migliori, gli utenti continuano a preferirlo per le proprie conversazioni. Lentamente, la piattaforma adotta novità che spesso sono già consolidate su altri servizi, come ad esempio gli sticker. La nuova beta di WhatsApp (numero 2.18.218) mostra l’anteprima dei primi pack, che però non si sa quando saranno effettivamente disponibili.

 

Piano piano, WhatsApp si allinea ai competitor

 

Se da un lato è vero che Telegram – ad esempio – è molto più completo ed offre una serie di feature particolamente utili, WhatsApp è arrivato per primo. Il servizio di messaggistica istantantanea è stato lanciato praticamente in contemporanea con gli smartphone ed è quindi fisiologico che molti più utenti lo utilizzino, nonostante le varie alternative.

Forti di questo, gli sviluppatori continuano ed aggiornare ed arricchire la piattaforma, ma con calma. Non sentono particolarmente la pressione della concorrenza. Vi ricordiamo che la crittografia, fondamentale per proteggere le conversazioni degli utenti, è arrivata poco più di un annetto fa.

 

WhatsApp non integra ancora gli sticker, ma ne dà un assaggio

 

Secondo quanto riportato su Twitter dai colleghi di WABetaInfo, la beta 2.18.218 di WhatsApp integra già lo store dedicato agli sticker. Al suo interno ci sono i primi due pack, presi in "prestito" da Facebook Messenger. Si tratta dei già noti Bibimbap Friends ed Unchi & Rollie. 

Non c'è però alcuna possibilità di scaricarli oppure abilitarli, si tratta appunto di un'anteprima della novità che arriverà in futuro anche se non si sa assolutamente quando. Lo store permetterà, come da prassi, di aggiungere tramite il pulsante "+" i nuovi pack man mano che questi verranno caricati all'interno della piattaforma. Niente che non sia già stato visto su altri servizi di messaggistica istantanea.

L'arrivo degli sticker non è esattamente una novità di fondamentale importanza. Certo, aiutano molto nell'esprimere le proprie sensazioni ed emozioni, ma in questo le Emoji rappresentano ancora lo strumento più utilizzato in assoluto dagli utenti.

Ad ogni modo, si tratta di un ulteriore passo in avanti verso l'allineamento con la concorrenza, che agli sviluppatori di WhatsApp pare non fare per niente paura.