WhatsApp potrebbe presto consentirvi di disattivare l’audio dai vostri video prima di condividerli con qualcuno. Se ci pensate, questa è una novità incredibile. Ad oggi, non è possibile farlo: si può soltanto inviare il tutto senza poter fare le dovute modifiche o, al massimo, si può convertire la clip in una GIF (decisamente poco pratico).

WhatsApp: potrete silenziare i video prima di inviarli!

La nota app per la messaggistica online ha recentemente subito una reazione negativa per aver costretto gli utenti ad accettare la sua nuova politica relativa alla privacy e alle modifiche dei termini di servizio. Successivamente, la società ha dovuto prorogare la data limite e spiegare cosa ci fosse dietro la complessità dei suddetti cambiamenti. Inoltre, pare che l’azienda stia lavorando a molte funzionalità per migliorare l’esperienza utente fornita al pubblico. Fra le tante novità, si noti la possibilità di mettere a tacere i video prima della condivisione.

Come osservato da WhatsAppBetaInfo, WhatsApp pare che stia distribuendo una funzionalità esclusiva per i beta tester e che offre la spunta relativa alla disattivazione del video prima della condivisione. Questo avviene dopo il recente aggiornamento al firmware v2.21.3.13.

Di conseguenza, un’icona del volume, come mostrato di seguito, apparirà nel menù “Modifica” prima di inviare un determinato video. Premendo questo pulsante si disattiverà il video e premendolo di nuovo si ripristinerà il volume.Infine, sembra che si trovi sotto la barra di ricerca video che ti consente di scegliere la parte della clip da condividere.

Le altre funzionalità come l’aggiunta di un emoji, del testo e del disegno rapido rimangono le stesse. La funzione, che non è ancora disponibile nella versione stabile, probabilmente consentirà di annullare l’intero audio della clip. Quindi non aspettatevi che WhatsApp vi permetta di ritagliare l’audio in una parte specifica.

Parallelamente, la compagnia sembra che stia lavorando al famigerato supporto multi-dispositivo che, in base ai recenti rapporti, sembra essere prossimo al rollout stabile. Infine, segnaliamo il supporto per l’autenticazione biometrica, da poco arrivato sulla versione mobile dell’app.

Fonte:Gizmochina