Vodafone

Vodafone cerca di recuperare clienti in tutti modi, anche se indirettamente sono già suoi. Gli utenti ho.Mobile, che hanno deciso di eseguire la portabilità dal gestore rosso, hanno iniziato a ricevere degli SMS da parte dell’operatore con alcune offerte di winback. Sembra che non tutti i clienti siano stati coinvolti nell'iniziativa.

Cosa offre Vodafone per lasciare ho.Mobile

Ci sono strategie di marketing probabilmente difficili da capire, come quella messa in atto da Vodafone per strappare clienti al suo stesso operatore virtuale. Le offerte di winback ricevute dagli utenti sono di due tipi. 

La prima promette 1000 minuti verso tutti gli operatori di telefonia mobile e fissa nazionali e 20GB di traffico dati in 4G a 7€ mensili. La seconda offre invece lo stesso quantitativo di minuti ma 40GB a 10€ mensili. 

Promozioni senz'altro ghiotte, anche se ancora lontane da quelle di ho.Mobile ed Iliad . Il costo di attivazione delle offerte di winback è di 6€ ai quali è necessario aggiungere 5€ per l'acquisto della nuova SIM. Chi dovesse passare dovrà tenerne conto, soprattutto perché ha recentemente sostenuto quelli per acquistare l'offerta di ho.Mobile. Ecco l'SMS integrale inviato dal gestore rosso:

Torna in Vodafone e l’offerta la scegli tu: 20 Giga in 4G e 1000 minuti verso tutti a 7 euro al mese oppure 30 Giga in 4G e 1000 minuti verso tutti a 10 euro al mese. Cosa aspetti? Corri nei nostri negozi entro il 08/08 per conoscere tutti i dettagli e attivare l’offerta migliore per te

Le eventuali rimodulazioni

Recentemente Vodafone ha imposto ai suoi clienti due rimodulazioni delle tariffe. La prima, praticata da tutti gli operatori di telefonia mobile, è relativa al ritorno della fatturazione da 28 a 30 giorni. 

La seconda invece, dell'ammontare di 1,99€, è stata invece applicata – con effetto da settembre – offrendo in cambio minuti illimitati verso tutti gli operatori di telefonia mobile e fissa. 

Dunque, passando a Vodafone con questa offerta di winback è comunque bene tenere a mente che c'è il rischio di veder aumentare il prezzo iniziale dell'offerta, come è accaduto recentemente ai già clienti.

 

 

FONTE