Vodafone Italia, partner dell’Associazione Culturale KroitniJz, affianca l’iniziativa "L’Arte Contemporanea dal Sud America al Sud Italia – Latino Latino" con l’intento di sostenere progetti ad alto profilo culturale promossi e realizzati su tutto il territorio nazionale.

L’obiettivo di Vodafone è quello di superare la collaborazione tradizionale con la cultura e di mettere a frutto capacità e le tecnologie per sostenere idee creative e innovative; in occasione delle 7 tappe della mostra Vodafone lancia il concorso PLAY WITH ART, l’iniziativa per interagire con i molteplici linguaggi dell’arte contemporanea.
Partecipare è semplice: basta inviare un MMS al numero Vodafone 340 4399439 con un’immagine che racconti l’America Latina e con l’indicazione della Regione.
( per la regione Campania; per la Puglia). Gli MMS pervenuti saranno pubblicati on line sul sito vodafone.it dove potranno essere votati da tutti coloro che visiteranno lo spazio dedicato.
In palio, per premiare gli MMS più votati, quattro telefonini di ultima generazione. Inviando inoltre un sms al numero 340 4399439 sempre con l’indicazione della Regione, sarà possibile ricevere aggiornamenti sulle date e le tappe della mostra partita a novembre 2007 nel Salento, ed arrivata a Napoli dopo la tappa palermitana e quella barese del 18 gennaio 2008.

L’impegno di Vodafone in campo culturale crea valore per l’azienda e per la comunità. Il riconoscimento di questo sforzo è stato il Premio Impresa e Cultura per la categoria Rappresentanza Italiana Commissione Europea  vinto nel maggio del 2007 con il progetto di recupero delle ex Industrie Olivetti di Ivrea. Vodafone Italia, infatti, è stata scelta in una rosa di 138 candidati come l'azienda europea che ha meglio investito in cultura nel nostro Paese nell'ultimo anno.
Sempre nel 2007, il fil rouge che lega Vodafone Italia al mondo della cultura e dell’arte ha portato alla realizzazione di Mobile Journey la mostra di arte contemporanea, parte degli eventi collaterali della Biennale di Venezia 2007, nata dalla collaborazione tra artisti visivi e ricercatori universitari della Venice International University.

La sensibilità ai temi culturali è proseguita con il sostegno della mostra appena conclusasi a Napoli, “Omaggio a Capodimonte, da Rembrandt a Ricasso” e con la realizzazione di recuperi significativi quali, tra gli altri: il restauro  del gruppo scultoreo di Partenope  e il suo ritorno in cima alla facciata del teatro San Carlo di Napoli, la riapertura del Teatro Massimo a Palermo, l’inaugurazione del Politeama a Catanzaro.