Vodafone rinnova l’appuntamento annuale che vede i figli e le famiglie dei dipendenti protagonisti per un giorno nelle diverse sedi aziendali con la settima edizione del Children’s Day.

Oggi 23 maggio oltre 4000 persone, tra genitori e bambini, entreranno negli uffici Vodafone per prendere parte all’iniziativa che si svolgerà dalle 15:00 alle 18:00 in ben 22 sedi in tutta Italia. “Bimbi a bordo” è il claim dell’appuntamento di quest’anno: tutti i bambini saranno invitati a bordo di un “dirigibile” immaginario e muniti di bussole, ingranditori e quaderni animati dai simpatici personaggi dell’equipaggio (l’Uomo sala macchine, la Cuoca di bordo, il Comandante, la Responsabile di Rotta) potranno esplorare insieme gli uffici di mamma e papà.

L’iniziativa, nata per avvicinare e rendere più familiari i luoghi di lavoro alle famiglie dei dipendenti, ha visto negli anni partecipare sempre più persone a testimonianza che le politiche aziendali per un miglior bilanciamento della vita lavorativa e professionale possono coesistere anche all’interno di un’azienda che opera in un mercato fortemente competitivo.

Children�s Day
Children�s Day

Il progetto Children’s Day nasce sulla scia di una serie di iniziative che Vodafone fin dal 1995 ha attuato a supporto dello sviluppo professionale delle mamme, come il riconoscimento alle lavoratrici mamme di assentarsi dal lavoro oltre i tempi previsti dalle disposizioni di legge, percependo comunque l’intera retribuzione oltre al rimborso delle spese mediche (incluso il latte artificiale e fino al 18 anno di età dei figli).
Infatti, dopo i cinque mesi di astensione obbligatoria al 100% della retribuzione, Vodafone offre alle lavoratrici (o lavoratori) la possibilità di stare a casa altri 4 mesi e mezzo integrando il periodo di astensione volontaria che lo Stato copre con circa un terzo del salario con il rimanente 70%.