Nei giorni scorsi la polizia del Massachusetts ha arrestato numerosi giovani con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
I ragazzi, molti dei quali minorenni, non solo procuravano marijuana da alcune località vicine ma facevano anche un’intensa pubblicità ai propri prodotti inviando MMS con fotografie e prezzi della merce, offerte speciali comprese.
La rete è stata scoperta dopo che un genitore ha trovato sul cellulare del figlio uno di questi messaggi e ha denunciato il fatto alla polizia.
Nel corso dell’indagine la polizia ha sequestrato droga, strumenti legati al suo consumo e numerosi cellulari.
I responsabili sono stati denunciati e sono attualmente in attesa di giudizio.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum