S

econdo quanto riportato da alcuni media locali, un uomo di ha ricevuto quella che può essere consideratata la bolletta (errata) più alta del mondo.
Un cittadino malese, qualche mese dopo aver chiuso il contratto telefonico del padre, deceduto, si è visto arrivare una richiesta di 218 trilioni di dollari da una società di recupero crediti, con l’avviso di saldarla entro 10 giorni per non incorrere in azioni legali.
L’uomo ha dichiarato che non si sente assolutamente preoccupato anche perché considera una grave superficialità non effettuare controlli prima di inviare le bollette, sembra però che, al ricevimento della stratosferica bolletta, abbia avuto un mancamento.