Secondo quanto riportato da IDC’s Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker, nel terzo trimestre dell'anno sono stati venduti un totale di 289,1 milioni di cellulari nel mondo.
Le vendite globali sono cresciute del 9,0 % rispetto al secondo trimestre 2007 e del 13,8% rispetto al terzo trimestre 2006. Questi numeri sono il risultato di elevate vendite nei mercati emergenti e della possibilità di proporre terminali di fascia alta nei mercati maturi.

Nokia, per il secondo trimestre consecutivo, ha venduto più di 100 milioni di cellulari, 111,7 milioni per la precisione. Una quantità maggiore rispetto alle vendite di Samsung, Motorola e Sony Ericsson messe assieme. Questi numeri le consentono di raggiungere una quota di mercato di circa il 39%.
Samsung, il secondo produttore di telefonia, ha annunciato dei risultati finanziari ancora molto positivi. Il reparto di telefonia mobile, anche grazie ai terminali della serie Ultra Edition, ha fatto registrare ottime vendite; il produttore coreano ha venduto 42,6 milioni di apparecchi nel periodo luglio-settembre 2007.
Motorola è l'unico produttore di punta ad aver fatto segnare dei risultati non positivi. Il produttore americano ha annunciato di aver venduto poco più d 37 milioni di unità, compresi quasi un milione di RAZR 2. La quota di mercato detenuta da Motorola è di circa il 13%.
Sony Ericsson, il quarto produttore al mondo di telefonini, nel terzo trimestre ha venduto 25,9 milioni di telefonini, più 31% rispetto allo stesso periodo del 2006 dove furono vendute 19,8 milioni di unità. Un buon risultato, tuttavia nei tre trimestri precedenti la crescita annua rispetto ai periodi di riferimento era stata nell'ordine del 60%.
LG Electronics chiude dietro Sony Ericsson con una differenza di solo 4 milioni di unità.