Glenn Collinson, fondatore di CSR,
società che sviluppa componenti hardware Bluetooth, afferma che l’unione tra
GPRS e Bluetooth è certamente ciò che chiedono gli operatori mobili, per far
in modo che i propri clienti possano facilmente navigare su Internet, tramite
il loro notebook ed il loro cellulare GPRS, entrambi compatibili col Bluetooth.

Secondo Collinson, infatti, il
Bluetooth è una delle ragioni principali per le quali la clientela business
debba cambiare i propri terminali ed utilizzare in maniera massiccia le connessioni
Internet degli operatori mobili. Finora i cellulari dotati di Bluetooth sono
realmente pochi, ricordiamo gli Ericsson T39m e R520m, ma nei prossimi mesi
altri ne usciranno sul mercato. Di conseguenza, la diffusione del Bluetooth
tra i possessori di terminali GPRS, sarà certamente più elevata. Da qui le considerazioni
di Collinson.

Finora il Bluetooth è parsa una
tecnologia sconfitta dal concorrente 802.11b, ormai molto diffuso negli USA,
ma i cellulari dotati di compatibilità 802.11b tardano ad essere sviluppati.
Invece il Bluetooth è da sempre vicino all’industria telefonica e potrebbe ancora
dire la sua proprio nella convergenza tra PC e cellulari.