Dopo aver chiuso il 2007 con oltre 100 milioni di telefonini venduti in 365 giorni, Sony Ericsson annuncia i risultati finanziari relativi al primo trimestre 2008, terminato il 31 marzo scorso.
Un inizio d’anno difficile per la joint venture nippo-svedese attiva nella produzione di telefoni cellulari che chiude il primo trimestre con un calo degli utili del 48% pari a 133 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2007, e ricavi in contrazione dell’8% a 2,7 miliardi di euro.

Nel primo trimestre 2008 Sony Ericsson ha venduto 22,3 milioni di telefonini, più 2% rispetto ai 21,8 milioni del 2007.
Molto evidente il calo registrato dai prezzi medi di vendita dei cellulari (average selling price – ASP), scesi a 121 dai 134 euro di un anno fa. L'utile pre-tasse si è fermato a 193 milioni rispetto ai 501 fatti registrare nell'ultima parte del 2007 e ai 362 di un anno fa.

Visti i numeri annunci avvenuti in questi primi mesi dell’anno dove, ad esempio, hanno visto la luce due nuovi cellulari serie C, due nuovi serie G e l’Xperia X1 , Sony Ericsson si aspetta di vedere un effetto positivo di questi nuovi cellulari nella seconda metà dell’anno.
La quota di mercato detenuta da Sony Ericsson ha perso circa un punto percentuale scendendo all'8% e segnaliamo che LG Electronics, il diretto rivale Sony Ericsson, in questa prima parte dell'anno ha annunciato la vendita record di 24,4 milioni di unità.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum