Truecaller, la celeberrima applicazione utilissima per riconoscere chi ci telefona e proteggerci dai call center, ha ricevuto un importante aggiornamento. Finalmente, una nuova feature integrata permetterà di registrare automaticamente le telefonate ricevute ed inviate. Attualmente, la novità è disponibile unicamente per l’applicazione dedicata a smartphone Android.

 

Un'applicazione utilizzata da milioni di utenti per proteggersi dallo spam

 

Il sistema di riconoscimento dei numeri chiamanti utilizzato da Truecaller è uno dei più evoluti attualmente disponibili per smartphone. Se il numero di telefono che ci chiama è presente nel più remoto angolo del Web, state pur certi che l'applicazione lo scoverà in pochi istanti e vi mostrerà in tempo reale chi vi sta telefonando.

I risultati migliori si ottengono con i numeri di rete fissa, ma rimarrete sorpresi nello scoprire che funziona anche con quelli di rete mobile. Basti pensare a quanti utenti si iscrivono ai vari social utilizzando il proprio numero di cellulare.

Inoltre, al suo interno l'applicazione offre anche la possibilità di fare community. Gli iscritti alla piattaforma avranno a disposizione altre funzionalità esclusive. L'applicazione è in grado di diventare il dialer telefonico principale ed anche il client per gli SMS,è l'utente a decidere cosa affidargli.

Attualmente, esistono due tipi di iscrizione alla piattaforma. Una completamente gratuita ed un'altra a pagamento, con feature aggiuntive.

 

Truecaller per Android aggiunge una funzionalità presente su pochissimi smartphone

 

L'ultima novità introdotta, vi permetterà di liberarvi di altre applicazioni dedicate alla registrazione delle conversazioni telefoniche. Truecaller sarà sempre all'erta e registrerà tutte le telefonate in entrata ed in uscita, che saranno poi salvate in locale. Attualmente ci sono pochissimi smartphone dotati di interfaccia utente che offre questo tipo di feature. Una su tutte, la celeberrima MIUI di Xiaomi.

Purtroppo però, la possibilità di registrare telefonate è riservata ai soli utenti con abbonamento premium. Niente toglie che, se siete curiosi di provarla prima di sottoscrivere eventuali sottoscrizioni, potrete comunque usufruire di un periodo di prova di 14 giorni.

Per il momento, la novità è disponibile unicamente per Android. Non sappiamo se arriverà su iOS, poiché la registrazione delle telefonate è una questione abbastanza delicata e potrebbe cozzare con i rigidi standard di sicurezza del sistema operativo mobile di Apple. Anche su Android, ad onor del vero, ci sono poche soluzioni di questo genere che siano ad oggi realmente funzionanti.