Uno studio di Work Foundation’s iSociety Research, commissionato da Microsoft e PricewaterhouseCoopers ha mostrato come gli inglesi siano poco disposti a spendere cifre molto più alte delle attuali per utilizzare i nuovi servizi 3G. Secondo lo studio, infatti, con i prezzi attuali saranno molto pochi i britannici a voler passare ad un cellulare UMTS. Molti degli attuali utenti mobili inglesi sono convinti del fatto che il parlare al cellulare non abbia un costo elevato e non dispongono di spinte adatte a cambiare questa idea per spendere più soldi nei nuovi servizi 3G.

Per avere successo i nuovi servizi a valore aggiunto dovranno passare cinque diversi passi. Per prima cosa i prezzi dovranno essere chiari e non elevati. Seconda cosa i nuovi servizi dovranno essere pratici e facili da usare. Terzo dovranno essere il più possibile improntati alla socialità ed alla condivisione con gli altri. Quarto dovranno puntare alla più assoluta mobilità ed immediatezza. Quinto elemento chiave sarà la semplicità di utilizzo, nel minor numero di passaggi possibile. Se le nuove applicazioni rispetteranno questi punti fermi allora anche i sudditi di Sua Maestà britannica saranno ben lieti di utilizzarli.