Subito dopo il lancio dei nuovi iPhone, come di consueto, sono iniziate le lamentele sui prezzi. Quest’anno sono probabilmente più giustificate che mai. Infatti, l'azienda ha proposto i suoi nuovi device ad un prezzo mai raggiunto fino ad ora: servono 1689€ per acquistare iPhone Xs Max nella versione con 512GB di storage interno.

Tim Cook – CEO di Apple – ha deciso di intervenire e spiegare perché i nuovi melafonini hanno un prezzo di vendita così elevato. Costo che – secondo il CEO – è assolutamente giustificato dalla qualità del prodotto e da tutta la progettazione che c'è dietro.

Gli utenti vogliono smartphone innovativi

Cook spiega che Apple sa bene quanto gli utenti siano desiderosi di possedere uno smartphone innovativo, dotato delle migliori specifiche disponibili. Riuscire nell'intento di creare un prodotto con queste caratteristiche comporta tanto lavoro di ricerca e sviluppo. Attività certamente non economiche. Agli investimenti per sviluppare progetti vanno chiaramente aggiunti i costi di produzione e commercializzazione. Un device performante non può essere economico.

Inoltre, fa notare il CEO, uno smartphone ormai è in grado di sostituire gran parte dei dispositivi dei quali eravamo soliti dotarci in passato: dalla macchina fotografica al lettore MP3, passando per la videocamera.

Cook sa bene che anche uno smartphone economico può offrire queste feature. Secondo lui, la differenza sta nella qualità con cui le stesse vengono offerte. In effetti, la fotocamera è probabilmente l'esempio più lampante del ragionamento del CEO di Apple: non a caso esiste il termine "camera phone" per riferirsi ad uno smartphone il cui comparto fotografico è degno di nota.

Riassumendo, Tim Cook difende i prezzi dei neonati melafonini a denti stretti: i nuovi iPhone costano molto, ma offrono molto e lo fanno con un livello di qualità altissimo.

Prezzi più alti, vendite stazionarie, introiti maggiori

Senza entrare in merito a quanto espresso da Cook a riguardo del costo dei nuovi iPhone, è interessante osservare quanto effettivamente sia cresciuto il prezzo medio di un melafonino nell'arco degli ultimi tre anni. L'investimento per acquistarne uno è passato da 659$ a 724$, includendo il prezzo dei modelli più datati e quindi più economici. 

In questo modo, anche se le vendite di iPhone non hanno subito picchi improvvisi, gli introiti del colosso di Cupertino hanno continuato a crescere.