Dopo aver iniziato la stesura di una rete cdma2000, grazie ad un accordo quinquennale con Lucent Technologies, i vertici del gestore mobile Telecom New Zealand avrebbero deciso una clamorosa marcia indietro, vagliando l’utilizzo di infrastrutture W-CDMA per la propria rete futura. La motivazione di questo passaggio sarebbe da ricercare nella maggiore diffusione globale dell’UMTS come standard 3G e negli stretti rapporti di Telecom New Zealand con 3 Australia. Il gestore neozelandese ha già chiesto ad Ericsson ed Alcatel di verificare i costi e le possibilità di passare l’attuale rete cdma2000 in W-CDMA nel giro di pochi mesi.